LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, ricorso al Tar del Comune contro il ministero per i Beni culturali: "No al vincolo monumentale al QT8"
19 luglio 2019, LA REPUBBLICA



Troppo stretti i vincoli monumentali che il ministero per i Beni e le attività culturali ha messo sul quartiere milanese QT8, così stretti da bloccare moltissimi interventi già programmati su strade, aree verdi e palazzi del quartiere simbolo dell'architettura degli anni Cinquanta, progettato da Piero Bottoni per la Triennale del 1947 (Il nome è l'acronimo di Quartiere Triennale 8). Per questo il Comune di Milano ha deciso di ricorrere al Tar contro il decreto con cui, il 3 giugno scorso, il direttore generale Archeologia belle arti e paesaggio del Mibac ha stabilito l'interesse culturale particolarmente importante relativo al quartiere QT8. "E' doveroso perchè ce lo chiedono la città e molti cittadini. E ci sembrava giusto rappresentare gli interessi della città. Poi si vedrà cosa succede", spiega il sindaco Beppe Sala.

Nello scorso aprile Palazzo Marino aveva proposto al ministero di sostituire il vincolo monumentale, considerato troppo impattante sulla gestione degli interventi di iniziativa pubblica e privata, con un più appropriato vincolo paesaggistico, già applicato in diversi abiti del territorio cittadino. Ma da Roma è arrivata risposta negativa, e per questo adesso il Comune si è rivolto ai giudici amministrativi "al fine di salvaguardare le sue prerogative nella gestione degli edifici comunali e nella disciplina dello sviluppo del territorio". Il vincolo, infatti, prevede la preventiva autorizzazione della Sovrintendenza per tutti gli interventi da realizzare su strade, piazze, spazi verdi (compreso il Giardino dei Giusti), edifici abitativi realizzati nel dopoguerra ed edifici pubblici (tra cui la scuola elementare Martin Luther King e il Padiglione per mostre e riunioni con campo giochi per bambini di via Pogatsching) nel quartiere compreso fra le vie Antonio Sant'Elia, Fabrizio Quattrocchi, Alcide De Gasperi, Renato Serra, Marco Cremosano e Dioede.

"Il vincolo monumentale posto al quartiere - commenta l'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran - è una scelta anomala, che pare molto ideologica e che causerà criticità di intervento nelle manutenzioni di strade ed edifici pubblici per il Comune e rigidità burocratiche irragionevoli ai proprietari di abitazioni. Per questo ricorriamo confidando di poter arrivare a un vincolo di natura paesaggistica molto più coerente rispetto alle caratteristiche del quartiere e che il Comune auspicava da anni". Proprio oggi il progetto di riqualificazione del Parco Monte Stella - oltre 300mila mq di verde pubblico - ha vinto il Bando 57 promosso dalla Fondazione di Comunità di Milano - Città, Sud Ovest, Sud Est e Adda Martesana Onlus che mette a disposizione fino a 100mila euro a favore di azioni e interventi in grado di migliorare la qualità della vita e dell'ambiente delle comunità. Il progetto 'Monte Stella; nascita di un modello di tutela condivisa' è frutto del lavoro dell'associazione Promozione Sociale AmbienteAcqua Onlus in collaborazione con il Comune di Milano, Associazione Italiana per l'Ingegneria Naturalistica Lombardia, Club Alpino Italiano sezione di Milano, Fondazione dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e APS Non Riservato e prevede un programma di recupero, ripristino e manutenzione dell'intero complesso del Monte Stella. Gli interventi prioritari vanno dalla ripresa totale del sistema di canaline e tombini, per una miglior regimentazione delle acque meteoriche, al recupero delle aree a maggior pendenza, per garantirne la massima fruibilità da parte di cittadini e bikers. Saranno inoltre realizzate soluzioni tecniche che consentiranno alle persone con disabilità la fruizione del percorso centrale del parco: sarà la prima realizzazione in un parco pubblico della Lombardia per lunghezza. Il programma prevede anche la messa a dimora di nuovi arbusti e alberi forestali e la perimetrazione di zone da destinare ad ambito protetto per attività educative e didattiche. Gli interventi, per un valore totale di 155mila euro (di cui il Comune cofinanzia 50mila euro), saranno realizzati con il minor utilizzo possibile di macchine operatrici, con l'obiettivo di salvaguardare la vegetazione del parco. Il vincolo del Mibac - fanno sapere da Palazzo Marino - imporrà che qualsiasi intervento sia sottoposto preventivamente alla valutazione della Sovrintendenza, rendendo quindi il processo di riqualificazione verosimilmente più lungo e complesso.

A sostegno del ricorso contro il vincolo il Pd di Milano: "L'ideologia a 5 Stelle mette i bastoni tra le ruote a Milano con una presa di posizione inutile e dannosa". Replica di M5S: "Il ricorso è a tutela dei palazzinari".




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news