LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Compra quadro di Balla, il perito: non è autentico
Laura Borsani
19 Luglio 2019 IL MESSAGGERO VENETO






Voleva essere un affare, invece lo ha portato a comparire davanti al Tribunale con le accuse di truffa e contraffazione di opere d’arte. A processo è il monfalconese Gianpaolo Toniutti, 57 anni, per aver venduto un quadro ricondotto all’artista del Novecento, Giacomo Balla. Prezzo 5.600 euro. Era fine febbraio 2016. Toniutti aveva concordato la vendita con Andrea Pantarotto, 65 anni, odontoiatra udinese. Era stato stabilito che il quadro sarebbe stato bloccato a fronte di un acconto, il saldo all’esito della valutazione dell’opera che il venditore avrebbe fatto eseguire da un esperto d’arte.
PUBBLICITÀ

Un quadro, quello in questione, ricondotto all’epoca giovanile, quindi agli albori del percorso artistico del maestro. Affare fatto, dunque, saldo incassato dopo che il monfalconese aveva ottenuto la positiva valutazione dell’opera. Il medico udinese, se l’era portato a casa. Salvo comunque farlo stimare a sua volta dalla professoressa Elena Gigli, considerata tra le massime autorità in fatto di conoscenza di Giacomo Balla. Un verdetto negativo, non avendo riconosciuto la mano del noto artista. Il professionista pertanto voleva riconsegnare il quadro recuperando il proprio denaro. Niente da fare. Da qui la denuncia, con la Procura di Gorizia a contestare le accuse di truffa e contraffazione. Coimputato anche l’esperto che aveva attribuito il quadro al Balla. La sua posizione è stata definita attraverso la scelta del rito abbreviato, a fronte di una sentenza di assoluzione.

A processo l’odontoiatra s’è costituito parte civile, rappresentato dall’avvocato Luca Ponti. Durante la prima udienza dedicata ai testi, sono state ascoltate oltre alla professoressa Gigli, anche Ester Coen, docente di Storia dell’Arte e tutela dei Beni culturali dell’Università di Udine. Entrambe hanno sostenuto in aula che il quadro non è attribuibile all’artista piemontese.

Il difensore, avvocato Andrea Iacopo Persello, ha depositato la sentenza di assoluzione a favore dell’esperto consultato dal monfalconese. «Il mio assistito rimane convinto che l’opera sia autentica – ha spiegato il legale –. Mi ha inoltre riferito che l’acquirente era a conoscenza della situazione riguardante la riferibilità o meno dell’opera al maestro Giacomo Balla, aspetto peraltro confermato nella sentenza di assoluzione del coimputato, che è stata depositata in udienza. Il quadro – ha aggiunto – è comunque una delle primissime opere dell’artista che poi sarebbe diventato uno dei massimi esponenti del movimento Futurista». –



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news