LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Riforma Mibac. Acidini: una rivoluzione che non porta vantaggi
Mauro Bonciani
Corriere Fiorentino 15/8/2019

Lex soprintendente: Senza San Marco ai piccoli musei servirà un fondo di solidarietà

Il Museo di San Marco faceva parte del Polo museale speciale di Firenze, diretto da Antonio Paolucci e Cristina Acidini e cancellato nel 2014. E Cristina Acidini ha letto con particolare interesse la notizia che anche San Marco andrà sotto gli Uffizi. Ma non è convinta delloperazione.

Dottoressa Acidini, cosa ne pensa?

Mi faccia fare una premessa... Leggo di dichiarazioni sulla nascita di un super polo e mi viene da sorridere. Il Polo museale speciale fiorentino univa 27 musei, gli Uffizi, lAccademia e tutti quelli statali con la sola eccezione dellOpificio delle Pietre Dure e dellArcheologico: come si fa a parlare oggi di super polo?.

Se lo attendeva?

Quando è stata comunicata dal ministro lintenzione di toglier lautonomia allAccademia abbiamo pensato che andasse sotto il polo regionale, invece è andata con gli Uffizi e lo stesso è accaduto con San Marco. Si rimettono insieme pezzi del vecchio polo speciale ma non vedo la logica di questo. Non è semplice capire il perché.

Cosa non la convince?

La costellazione Uffizi-Pitti-Boboli è già fortissima e così al polo regionale si toglie un museo di grande valore e prestigio, redditizio anche come San Marco e gli si lasciano solo gli oneri, i costi, luoghi ad ingresso gratuito come i cenacoli o le ville medicee. Dal punto di vista gestionale ed economico non vedo un vantaggio neppure per il neonato polo: Uffizi, Accademia e San Marco sono diversi non solo per caratteristiche e storia, ma per tipo di visitatori.

Che vantaggi aveva il polo speciale?

In autonomia il cda poteva impostare il bilancio e con lincasso degli istituti redditizi potevamo finanziare gli altri. Certo gli Uffizi non facevano le scintille di oggi ma davano gambe ai parenti poveri, permettevano la tenuta di tutto il sistema museale. E dato che il 20% del bilancio andava a Roma abbiamo aiutato tutto il sistema museale italiano.

Teme che i piccoli musei abbiano meno risorse?

Mi auguro ci sia un fondo di solidarietà, sostenuto dai musei più redditizi.

Il museo di San Marco può giovarsi del nuovo assetto?

Forse aveva più senso un polo mediceo con San Marco assieme alle Cappelle Medicee. In ogni caso il Rinascimento lo accomuna con Uffizi e Accademia e ci potranno essere sinergie. Di certo invito tutti ad andare a San Marco: si lascia il caos ed il rumore della piazza per entrare davvero in un mondo a parte. In spazi, capolavori, architetture che sono il cuore del misticismo rinascimentale, che invitano alla meditazione.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news