LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Anche San Marco accorpato agli Uffizi. E il museo etrusco di Chiusi va a Roma
Chiara Dino
Corriere Fiorentino 15/8/2019

Il ministro Alberto Bonisoli ha agito in gran velocità e ha deciso e formalizzato laccorpamento del museo dellAccademia e anche di quello di San Marco agli Uffizi. Nasce dunque un polo museale di immenso valore scientifico, artistico ed economico che sarà guidato da un unico direttore Eike Schmidt potrebbe essere confermato, altrimenti si dovrà trovare un sostituto entro fine ottobre ma non solo. Nella prima tranche dei decreti attuativi della Riforma Bonisoli, firmati il 13 agosto in tutta fretta per evitare che i venti di crisi per il governo blocchino gli effetti del nuovo testo sui Beni culturali, cè un altro provvedimento importante che farà storcere il naso a non pochi. Nascono i Musei Nazionali Etruschi con sede a Villa Giulia, che comprendono i musei etruschi e archeologici nazionali di Chiusi (Siena) e sempre a Chiusi la Necropoli di Poggio Renzo e la Tomba della scimmia. Il decreto, nel definire listituto di rilevante interesse nazionale, eleva i Musei Nazionali Etruschi a museo di seconda fascia, dotandolo, dunque, di autonomia speciale (non solo scientifica ma anche gestionale). Una rivoluzione anche in questo caso. Allex Polo regionale della Toscana, diretto da Stefano Casciu, che ora diventa Direzione territoriale delle reti museali della Toscana, resta tutto il resto escluso il complesso del Bargello, che è lunico a non essere stato lambito dal terremoto della Riforma Bonisoli e che vede riconfermare alla sua guida la direttrice Paola DAgostino.

Il punto più delicato della rivoluzione Bonisoli annunciato dal ministro proprio durante una visita a Firenze avvenuta per la presentazione dellultimo Pitti Uomo riguarda labolizione dei consigli di amministrazione dei musei autonomi, organismi senza i quali lapprovazione dei bilanci e dunque la gestione effettiva della liquidità, tornerebbe a Roma. Questultimo è ovviamente il motivo numero uno delle critiche, perché di fatto rappresenterebbe la vera pietra tombale sull riforma voluta dal precedente ministro Dario Franceschini. Su questo Bonisoli non ha ancora emanato alcun decreto attuativo e dunque non è ancora certo che spariranno i Cda né chi li sostituirà. Ma non è detto che subito dopo Ferragosto, forse lunedì visto il lungo ponte estivo a cui stiamo andando incontro, non ci possano essere delle novità. Ad aspettarle sono in tanti e in tutta Italia. Ma qui a Firenze la questione sta più a cuore ad Eike Schmidt. Il direttore degli Uffizi ha già ricevuto linvito a restare per un secondo mandato ma prima di sciogliere definitivamente le riserve aspetta di vedere come e in che termini sarà ridimensionato la sua possibilità di manovra e dunque il suo potere qui a Firenze alla luce del progetto Bonisoli. Aspetta dunque di leggere anche la seconda puntata dei decreti attuativi.

Tra le ragioni del sì e dunque della decisione di restare a Firenze ora cè lallargamento delle sue competenze. Se restasse sarebbe a capo di un gigante che comprende gli Uffizi, Palazzo Pitti (con tutti i musei contenuti), Boboli, lAccademia e ora quel gioiello firmato dal Beato Angelico che è il museo di San Marco. Staremo a vedere.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news