LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Anche San Marco accorpato agli Uffizi. E il museo etrusco di Chiusi va a Roma
Chiara Dino
Corriere Fiorentino 15/8/2019

Il ministro Alberto Bonisoli ha agito in gran velocità e ha deciso e formalizzato l’accorpamento del museo dell’Accademia e anche di quello di San Marco agli Uffizi. Nasce dunque un polo museale di immenso valore scientifico, artistico ed economico che sarà guidato da un unico direttore — Eike Schmidt potrebbe essere confermato, altrimenti si dovrà trovare un sostituto entro fine ottobre — — ma non solo. Nella prima tranche dei decreti attuativi della Riforma Bonisoli, firmati il 13 agosto in tutta fretta per evitare che i venti di crisi per il governo blocchino gli effetti del nuovo testo sui Beni culturali, c’è un altro provvedimento importante che farà storcere il naso a non pochi. Nascono i Musei Nazionali Etruschi con sede a Villa Giulia, che comprendono i musei etruschi e archeologici nazionali di Chiusi (Siena) e sempre a Chiusi la Necropoli di Poggio Renzo e la Tomba della scimmia. Il decreto, nel definire l’istituto di rilevante interesse nazionale, eleva i Musei Nazionali Etruschi a museo di seconda fascia, dotandolo, dunque, di autonomia speciale (non solo scientifica ma anche gestionale). Una rivoluzione anche in questo caso. All’ex Polo regionale della Toscana, diretto da Stefano Casciu, che ora diventa Direzione territoriale delle reti museali della Toscana, resta tutto il resto escluso il complesso del Bargello, che è l’unico a non essere stato lambito dal terremoto della Riforma Bonisoli e che vede riconfermare alla sua guida la direttrice Paola D’Agostino.

Il punto più delicato della rivoluzione Bonisoli — annunciato dal ministro proprio durante una visita a Firenze avvenuta per la presentazione dell’ultimo Pitti Uomo — riguarda l’abolizione dei consigli di amministrazione dei musei autonomi, organismi senza i quali l’approvazione dei bilanci e dunque la gestione effettiva della liquidità, tornerebbe a Roma. Quest’ultimo è ovviamente il motivo numero uno delle critiche, perché di fatto rappresenterebbe la vera pietra tombale sull riforma voluta dal precedente ministro Dario Franceschini. Su questo Bonisoli non ha ancora emanato alcun decreto attuativo e dunque non è ancora certo che spariranno i Cda né chi li sostituirà. Ma non è detto che subito dopo Ferragosto, forse lunedì visto il lungo ponte estivo a cui stiamo andando incontro, non ci possano essere delle novità. Ad aspettarle sono in tanti e in tutta Italia. Ma qui a Firenze la questione sta più a cuore ad Eike Schmidt. Il direttore degli Uffizi ha già ricevuto l’invito a restare per un secondo mandato ma prima di sciogliere definitivamente le riserve aspetta di vedere come e in che termini sarà ridimensionato la sua possibilità di manovra e dunque il suo potere qui a Firenze alla luce del progetto Bonisoli. Aspetta dunque di leggere anche la seconda puntata dei decreti attuativi.

Tra le ragioni del sì e dunque della decisione di restare a Firenze ora c’è l’allargamento delle sue competenze. Se restasse sarebbe a capo di un gigante che comprende gli Uffizi, Palazzo Pitti (con tutti i musei contenuti), Boboli, l’Accademia e ora quel gioiello firmato dal Beato Angelico che è il museo di San Marco. Staremo a vedere.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news