LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Museo vuoto, lira del Salento
Antonio Della Rocca
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 18/8/2019

Monta la rabbia per il Castromediano, inaugurato a giugno ma privo di opere esposte
Intellettuali, imprenditori e politici in rivolta per il museo Castromediano di Lecce, inaugurato il 22 giugno ma ancora vuoto. Il Castromediano spoglio è il segno di una politica culturale che manca, hanno spiegato.
Il museo inaugurato e rimasto vuoto A Lecce monta la rabbia e lo sdegno

Lira degli intellettuali: Il Castromediano spoglio è il segno di una politica culturale che manca

LECCE. Cattedratici, intellettuali, associazioni, politici: in tanti esprimono sdegno e incredulità per il fatto che il museo Sigismondo Castromediano sia stato inaugurato e aperto al pubblico completamente vuoto, privo delle sue collezioni archeologiche e dei suoi tesori culturali. Si dice esterrefatto il professore Paul Arthur, direttore della scuola di specializzazione in Beni archeologici delluniversità del Salento: Non ci posso credere che il museo sia vuoto. Il Castromediano è un gioiello, ma in molti non sanno nemmeno che esiste. I turisti ignorano cosa ci sia dentro e questo accade perché non lo si promuove. Una persona che arriva allaeroporto di Brindisi vede una bellissima mostra sullarcheologia subacquea, ma nulla sullo scrigno leccese che custodisce le testimonianze storiche più spettacolari della terra salentina.

Il Castromediano, co-gestito da Provincia di Lecce e Regione Puglia, dopo i lavori di ristrutturazione è stato inaugurato con una grande festa il 22 giugno scorso, alla presenza di numerose autorità, tra cui lassessora regionale allIndustria turistica e culturale, Loredana Capone, il presidente della Provincia, Stefano Minerva, il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, il direttore del Polo biblio-museale di Lecce, Gigi De Luca. La struttura è stata, quindi, aperta ai visitatori con orario continuato, dalle nove del mattino a mezzanotte, e tre dipendenti fissi, malgrado le sale siano completamente vuote, così come le teche e gli spazi espositivi, fatta eccezione per unopera darte contemporanea al terzo piano e per la Colonnina di Patù, reperto di origine messapica, al primo piano.

Tutto il ricco patrimonio museale, costituito da preziose collezioni numismatiche, archeologiche, pittoriche è rimasto chiuso nei depositi. Stupiti davanti al nulla i visitatori girano le spalle e vanno via contrariati. Andrea Carlino, professore di Storia della medicina alluniversità di Ginevra e presidente dellassociazione Laculturachevince, salentino di nascita, oltre che attento osservatore delle vicende leccesi, è molto duro: Il museo vuoto è la metafora dellinconsistenza di una politica culturale ormai allo sfacelo. Una politica di facciata, tra Belen alla Notte della Taranta e inaugurazioni senza senso. Lassociazione Vivere Lecce interviene con il suo presidente Beppe DErcole: Lincredibile inaugurazione dei muri del museo Castromediano è il sintomo del malessere italiano. Perché non attendere e inaugurare veramente fra un paio di anni? Avranno pensato che qualche oligarca poteva perdersi linaugurazione? Tra i politici, lex sindaca Adriana Poli Bortone, oggi consigliera comunale del gruppo misto, è assai tagliente: La cultura è una cosa che si pronuncia soltanto tra gli appartenenti alla setta dei radical chic, niente di più. Io sono dellidea che per fare politica culturale a Lecce occorre creare una fondazione.

Si fa sentire anche il movimento Regione Salento con il presidente Paolo Pagliaro, Tina Rizzo De Giovanni ed Elisabetta Branco, rispettivamente a capo dei dipartimenti Cultura e Turismo dellorganismo: Che vergogna! La domanda che rivolgiamo ai responsabili è una sola: cosa avete intenzione di fare? La Puglia e il Salento per colpa vostra stanno facendo una figura orrenda e la notizia corre in rete, sul web, sulle recensioni di TripAdvisor e in tutto il mondo ci ridono dietro. Perché fare marcire in magazzino, o chissà dove, i reperti messapici e attici e le sculture, i dipinti degli artisti salentini? Oltre a sfregiare la cultura del nostro Salento si offende anche la sensibilità e lintelligenza di chi ama arte e cultura e sceglie Lecce e il Salento come meta delle vacanze anche e soprattutto per scoprire i nostri tesori.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news