LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Giuntoli: gli architetti occuperanno fabbriche vuote
Christian Benna
Corriere della Sera - Torino 20/8/2019

Occupiamo le vecchie fabbriche e facciamole diventare luoghi delezione del prossimo Festival dellarchitettura. Così, almeno per qualche settimana, con il sistema del temporary use, luso temporaneo degli immobili dismessi possiamo far rivivere tanti edifici simbolo di Torino da troppo tempo abbandonati. Massimo Giuntoli, presidente degli architetti di Torino, entra a gamba tesa nel dibattito sulla città senza guida urbanistica. Arte e cultura per far riaccendere i riflettori su tutti quegli immobili storici dimenticati dal Comune.

Occupiamo le vecchie fabbriche e facciamole diventare luoghi delezione del prossimo Festival dellarchitettura. Così, almeno per qualche settimana, con il sistema del temporary use, luso temporaneo degli immobili dismessi che è in gran voga allestero, possiamo far rivivere tanti edifici simbolo di Torino da troppo tempo abbandonati. Massimo Giuntoli, presidente degli architetti di Torino, entra a gamba tesa nel dibattito sul dopo Montanari, ex vicesindaco ed ex assessore allurbanistica, silurato più di un mese fa da Chiara Appendino ma non ancora sostituito. È inaccettabile avere tanti dossier aperti per la città senza una guida, progetti che valgono milioni di euro e che sono investimenti vitali per la nostra economia. La giunta deve trovare in fretta un nuovo assessore, qualcuno in grado di occuparsi del nuovo piano regolatore e di tutte quelle opere bloccate. Noi architetti faremo il possibile per valorizzare gli immobili disabitati da troppo tempo. Vogliamo organizzare il Festival dellarchitettura nelle aree dismesse.

Presidente Giuntoli, davvero volete occupare le fabbriche dismesse in polemica con la giunta che non sa valorizzarle e non trova neppure un assessore allurbanistica?

Nessuna polemica. Anzi, vogliamo dare un mano. Stiamo lavorando alla programmazione del prossimo Festival dellarchitettura, che sarà in collaborazione con la città di Milano. Per questa edizione pensiamo di utilizzare alcuni spazi simbolo di Torino ma abbandonati da tempo.

Ci sono investitori interessati per lex Manifattura Tabacchi, le ex Ogm e anche la Cavallerizza Reale. Manca però un interlocutore.

Per questo contiamo di lanciare uniniziativa di temporary use, utilizziamo questi spazi per mostre ed esposizioni. Così possono tornare almeno per qualche giorno sotto i riflettori. È un modo per agevolare i processi di riqualificazione. Se ci fosse un responsabile per lurbanistica sarebbe tutto più semplice.

La poltrona di assessore allurbanistica è vacante, ma queste deleghe sono in mano alla sindaca.

Apprezzo la buona volontà della sindaca, ma si tratta di un ruolo tecnico più che politico. Ci vuole una guida forte e capace. In ballo cè il futuro della città, su quello che vuole diventare nei prossimi anni. Senza urbanistica non cè sviluppo.

Rimpiange lex assessore Guido Montanari?

Rimpiango la Torino che aveva una vocazione. Oggi non ce lha. La giunta, incluso Montanari, non sono stati in grado di dare un indirizzo chiaro di sviluppo. Ma oggi la situazione è imbarazzante. Pensiamo agli investitori che hanno acquisito lex Porta Susa per farci un hotel Marriot. Oggi non hanno un interlocutore. Un pessimo biglietto da visita.

La giunta punta sulla rigenerazione urbana.

Bene, non vedo lora di cominciare. Ho polemizzato tante volte con Montanari ma almeno con lui il dialogo era vivo. Ora dobbiamo ricominciare tutto da capo. E non sarà semplice. Il nuovo assessore impiegherà un paio di mesi per capire come funzionano gli uffici tecnici. Poi la giunta entrerà nellultimo anno di amministrazione, e con la campagna elettorale in corso sarà complesso lavorare.

Il nuovo assessore dovrà essere un architetto?

Non necessariamente. Ma sarebbe bene avere qualche esperto, architetto o ingegnere. Noi professionisti restiamo disponibili a collaborare magari in un tavolo permanente, una sorta di regia, per accompagnare la giunta nella scelta dei progetti e degli interventi. E anche imbastire concorsi internazionali di idee di architettura. Ad ottobre Sistemi Urbani, limmobiliare delle Ferrovie, presenterà le idee per rigenerare gli ex scali. È importante la presenza attiva della Città.

Urban Lab è già della partita.

Sì e sta facendo un gran lavoro. Anzi, a mio avviso dovrebbe essere potenziato per diventare unagenzia urbanistica. Gli investitori ci sono ma devono trovare interlocutori adeguati. Urban Lab può essere uno di questi.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news