LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Toninelli non molla. «Crociere a Marghera già da settembre»
F. B.
Corriere del Veneto 24/8/2019

Il ministro oltre la crisi: il Porto ha il mandato politico

VENEZIA. Si va avanti come se nulla fosse successo. Crisi di governo, dimissioni del premier, consultazioni, poco importa a sentire il ministro alle Infrastrutture (per l’ordinaria amministrazione) Danilo Toninelli. Saranno gli incontri tra Movimento Cinque Stelle e Partito democratico che prefigurano un nuovo governo giallo-rosso, sarà la voglia di legare il proprio nome a un provvedimento che non solo Venezia e l’Italia attende da tempo (spostare le crociere da San Marco) ma Toninelli continua a voler dirottare le grandi navi a Marghera. «L’Autorità di sistema portuale ha in mano il pallino e un pieno mandato politico dal Mit per portare i risultati concreti che ci aspettiamo — ha detto ieri — Stiamo parlando dei primi spostamenti dei “palazzi del mare” dalla Giudecca già a partire da settembre. Non arretriamo di un millimetro quando si tratta di fare il bene del Paese». Peccato che compagnie e operatori non sono molto d’accordo. Non fossero i problemi tecnici che difficilmente si risolvono in pochi giorni o poche settimane. Proprio giovedì infatti la riunione del tavolo tecnico — a cui il ministero delle Infrastrutture non ha partecipato — non ha potuto far altro che sancire le «banchine diffuse» a Porto Marghera dal 2020, rinviando l’azione di un anno, tirando probabilmente un sospiro di sollievo dalla crisi di governo. La linea comune emersa al tavolo è chiara: per settembre sarà impossibile organizzare un trasloco stabile, che vada oltre l’eccezionalità del Redentore. E visto che poi la stagione va a scemare, molti hanno ribadito che sarebbe meglio riparlarne nel 2020. Anche perché ci sono interventi da fare sulla banchine per renderle più accoglienti, ma anche sicure, per esempio con telecamere. E’ stato stimato che servirà un milione di euro di lavori complessivi, che necessitano però di gare e iter burocratici, salvo complesse decretazioni d’urgenza.

Per il ministro uscente alle Infrastrutture però si deve fare di più: «La folle crisi di governo causata dalla Lega complica la soluzione di vari dossier, ai quali stiamo lavorando con impegno e risultati concreti dopo anni di immobilismo — ha scritto il ministro delle Infrastrutture in un post su Facebook — Tra questi, importantissimo quello sulle grandi navi a Venezia. In ogni caso, sappiate che non moliamo». Non molla nemmeno il sindaco Luigi Brugnaro che punta sul Vittorio Emanuele: «Vogliamo che le navi si spostino da San Marco velocemente e crediamo che la soluzione migliore sia l’accoppiata Marghera/Vittorio Emanuele. Ma siamo ancora fermi, valutino i cittadini la credibilità di questo ministro: purtroppo c’è stata l’incapacità di un singolo.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news