LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lecce, Museo Castromediano. Titoli, interviste e presunti malintesi. Il rettore ci scrive
Fabio Pollice, Michele Pennetti
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 22/8/2019

Caro direttore, in caso di intervista è noto che la responsabilità dei titoli è dei soli giornalisti. Tuttavia non posso che dispiacermi per il titolo scelto dalla vostra testata per sintetizzare la mia conversazione con voi. Voi avete titolato: Museo fantasma a Lecce, il rettore Pollice attacca: così danni per il territorio. Avete descritto una vostra opinione (Museo fantasma) e lavete scaricata su di me anche se nellintervista non ve nè traccia, oltre a descrivermi come qualcuno che attacca e che dichiara che il territorio subirà conseguenze negative (per le scelte del Castromediano). Mi sarei aspettato ben altra restituzione del mio pensiero anche in considerazione dei lusinghieri giudizi espressi sulla ristrutturazione e delle considerazioni in merito allesigenza di abbassare i toni della polemica e fare rete per migliorare lofferta culturale del nostro territorio. Comunque, in modo succinto, vorrei esprimere con parole semplici la mia opinione, per dovere e rispetto nei confronti dei lettori del Corriere e delle persone coinvolte nelle vicende descritte. 1) Liniziativa di mantenere il Museo Castromediano aperto durante i lavori di restauro architettonico e di progettazione espositiva è stata ampiamente annunciata da parte della Direzione del museo e dellassessorato alla Cultura della Regione. È una modalità scelta per avvicinare i visitatori al work in progress del restauro, e per dare conto di come unidea artistica e culturale diventa realtà. Non ho affatto espresso parere critico nei confronti della legittima scelta dei decisori, ma solo detto che occorreva un maggiore sforzo comunicativo. 2) Luniversità del Salento è coinvolta nella progettazione del nuovo Castromediano attraverso docenti e ricercatori chiamati a far parte del comitato scientifico, coordinato dalla collega archeologa Rita Auriemma. Il nostro Ateneo è perciò pienamente a disposizione di unopera di innovazione museale anche nella fruizione tecnologica in cui il comitato scientifico prospetta per il museo un ruolo di soglia culturale del Salento. 3) Una metodologia innovativa territoriale che ho molto cercato di promuovere si chiama placetelling. Significa che ogni territorio (e ogni oggetto culturale) ha una storia da raccontare. Il Castromediano ha fatto la scelta di raccontare se stesso attraverso un restauro che ha recuperato lo straordinario lavoro dellarchitetto Franco Minissi, autore di una struttura elicoidale che vale senzaltro la pena di essere conosciuta, a prescindere dagli oggetti esposti. Questo è ciò che penso: da parte mia non vi era alcuna volontà di attacco o di critica nei confronti della direzione del museo. Un problema di comunicazione cè stato, ma questo non deve assolutamente far passare in secondo piano la qualità del progetto.
rettore Unisalento


Pubblichiamo volentieri la lettera del rettore Pollice, cui rispondiamo nel merito e nel contesto. Nel merito le osservazioni sul titolo sono incomprensibili. Intanto la frase Museo fantasma a Lecce non compare tra virgolette, quindi il giornale non la attribuisce al rettore bensì è una sintesi giornalistica peraltro garbata. Potevamo chiamarlo fake museo, museo da record italiano delle figuracce, museo delle inaugurazioni farlocche. Siamo stati eleganti. Il resto della lettera è un dire tanto per dire poco. Il Corriere ha male interpretato le dichiarazioni rilasciate al nostro Antonio Della Rocca? Invitiamo Pollice a prendere un caffè con noi e a riascoltare la registrazione dellintervista che il collega ha sbobinato e trascritto fedelmente.

Nel contesto, Pollice sembra quasi che abbia avvertito lobbligo di scrivere la sua lettera al Corriere per riabilitare la propria posizione agli occhi di chi poteva sentirsi attaccato dalle sue dichiarazioni. Fa sinceramente sorridere, peraltro, il passaggio sul problema di comunicazione che sarebbe alla base a dire di Pollice della bufera scatenatasi sul Castromediano. Almeno in questa materia il rettore dovrebbe evitare di dare lezione visto che, subito dopo aver inviato la lettera a Della Rocca, ha informato alcuni dei principali esponenti politici e istituzionali della Regione Puglia premettendo testualmente: Ecco quanto inviato al giornalista che mi ha intervistato. È comunicazione corretta questa? O solo un modo anche ingenuo per (re)ingraziarsi chi lassessore alla cultura Loredana Capone, il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, il direttore del polo biblio-museale Luigi De Luca dalla vicenda del Castromediano ne sta uscendo con le ossa rotte? Voltaire scriveva che per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare. Il rettore forse non avrà comandanti. Ma qualcuno a cui girare le lettere di precisazione che dovrebbe inviare solo al Corriere, certamente sì.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news