LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Appendino tiene lUrbanistica. per ridisegnare la città
Giulia Ricci
Corriere della Sera - Torino 30/8/2019

Si occuperà di programmazione, un assessore di edilizia

Sarà Chiara Appendino lassessore allUrbanistica di Palazzo Civico. O almeno è questa lipotesi che la sindaca sta valutando, dopo averne parlato con i suoi più stretti collaboratori ed essersi confrontata con un membro della giunta negli scorsi giorni. Lidea è quella di mantenere in capo a se stessa la delega principale, quella che riguarda la programmazione, ma di spalmare su alcuni assessorati le altre competenze, come ledilizia privata. In questo modo la prima cittadina potrebbe intestarsi la creazione del nuovo piano regolatore senza doversi occupare dellapertura di nuovi supermercati o della riqualificazione di aree abbandonate.

I motivi di questa scelta sono due. Innanzitutto, la difficoltà per Appendino di trovare un sostituto del suo ex braccio destro Guido Montanari. È passato ormai quasi un mese e mezzo da quando lassessore più vicino allala dura del Movimento 5 Stelle è stato cacciato dal Municipio, in seguito alle sue esternazioni sul Salone dellAuto (che ha preso la strada per Milano). Difficile credere che la prima cittadina non avesse in mente unalternativa, ma qualcuno deve essersi tirato indietro allultimo. Daltronde erano i giorni della crisi di maggioranza, in un Movimento che aveva perso parecchi punti percentuale. E così fuori da Palazzo Civico non si è mai formata la coda di professionisti che avessero voglia di legare il proprio destino a quello di unamministrazione che terminerà il suo corso fra un anno e mezzo.

Ma, oltre ad unoggettiva difficoltà nel trovare un nuovo assessore, il ritorno dalle vacanze ha aperto ad Appendino anche nuovi scenari. Lalleanza giallorossa e lappoggio del premier Conte le hanno ridato forza e possibilità di andare avanti con la schiena dritta. Perché non tenere per sé una delega così importante? In questo modo la prima cittadina potrebbe portare avanti con i propri uffici la revisione del piano regolatore, il progetto che è sempre stato più a cuore a Montanari. Una revisione che significa anche rendere concreta la propria visione di città: tempi più rapidi per ogni trasformazione urbanistica da parte del pubblico e soprattutto del privato, ma anche maggiore aderenza alle idee dei pentastellati sulla sostenibilità ambientale, i trasporti, il verde, i servizi. E poi ci sono i rapporti con gli investitori, che Appendino ha sempre incontrato per ogni grande progetto: dalle caserme a Scalo Vallino fino alla rinascita di Porta Susa. Ma anche il dialogo con quelle associazioni di categoria che negli ultimi mesi dalle Olimpiadi fino alla mozione No Tav hanno voltato le spalle alla prima cittadina. E che ora reclamano a gran voce un nuovo assessore allUrbanistica.

Sul piatto ci sono investimenti in trasformazioni e riqualificazioni di aree della Città abbandonate dal valore di oltre 700 milioni. E che ora, senza un interlocutore, languono o rischiano di andare in fumo, per trattative che avrebbero bisogno di essere portate avanti. Come lex Officine Grandi Motori, per le quali esiste un progetto da 60 milioni di euro di Esselunga per un magazzino e-commerce, negozi, residenza universitaria e area verde, ma dove manca lapprovazione di una variante urbanistica; lex Manifattura Tabacchi, che ha attirato linteresse di Ream sgr; la nascita di un grande polo universitario a Torino Esposizioni. Ma anche la Cavallerizza, per la quale era prevista la firma di un protocollo con Cassa Depositi e Prestiti a settembre. Lelenco potrebbe andare avanti a lungo. E la Città scalpita, in attesa di una decisione definitiva della sindaca.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news