LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il parco archeologico dellantica Rudiae versa in condizioni disastrose. Lallarme del professor DAndria
Antonio Della Rocca
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 1/9/2019

Reperti coperti dalle erbacce. Cancellata la storia salentina

Il parco archeologico di Rudiae, alle porte di Lecce, testimonianza della storia più antica della città, versa in una situazione di degrado: un tappeto di erbacce copre infatti gli antichi sentieri e persino i pannelli informativi. Lallarme del professor Francesco DAndria.

Lecce. Una distesa di erbacce e piante infestanti soffoca lantica Rudiae e ne occulta le straordinarie meraviglie archeologiche. Il grido dallarme dellarcheologo Francesco DAndria, che in questo luogo della memoria ha scavato portando alla luce il secondo anfiteatro di Lecce, ad oggi non ha prodotto alcun risultato, se non la conferma che lincapacità di provvedere alla cura e alla sistematica manutenzione del patrimonio culturale resta un male endemico. Non si capisce perché, infatti, in una realtà dove la storia e larte rappresentano una grande attrattiva, oltre che una voce rilevante del Prodotto interno lordo, proprio la materia prima di questa economia debba essere trascurata e bistrattata.

Nellimportante parco archeologico alle porte di Lecce non vi sono solo i resti dellinsediamento di Rudiae, città che diede i natali a Quinto Ennio, padre della letteratura latina. Gli scavi hanno fatto affiorare tombe, ceramiche figurate di produzione attica e italiota, epigrafi messapiche e romane, ipogei ellenistici, tratti di strade basolate, edifici monumentali di età repubblicana, una possente fortificazione messapica. Un giacimento di testimonianze dinestimabile valore dove la fitta vegetazione spontanea domina impossessandosi dei percorsi di visita, fagocitando persino i pannelli didascalici. Il degrado interessa, in particolare, il Fondo Acchiatura, uno dei settori più importanti e maggiormente esplorati dellantico sito che ha restituito numerose informazioni sullorganizzazione dello spazio urbano in età romana. Se dovesse scoppiare un incendio avvisa DAndria - in quei terreni invasi dalle sterpaglie, veramente si distruggerebbe tutto quello che abbiamo fatto. La competenza è del Comune di Lecce, in particolare dallassessorato alla Cultura, al quale più volte ho segnalato la questione. La prima volta mi hanno detto che non ne sapevano assolutamente nulla, poi che avrebbero interessato gli uffici. Ho segnalato la necessità di intervenire per bonificare larea dalla erbacce insiste larcheologo - perché è una cosa assurda e pericolosa per i resti antichi che ci sono. Non ci vorrebbe molto, basterebbe che un trattore intervenisse, ovviamente, sotto la sorveglianza degli archeologi.

Il professore DAndria è preoccupato, peraltro, per le conseguenze del proliferare delle piante infestati sui resti archeologici: Lailanto, una pianta che si riproduce in maniera molto veloce, è presente nel Fondo Acchiatura e sta facendo gravi danni. Le sue radici sono pericolose anche sotto il profilo geologico. Da un lato i nostri olivi si sono ammalati per la Xylella, quindi, il nostro sogno di produrre lolio di Rudiae finirà per naufragare, e dallaltro proliferano le piante infestanti. Il Fondo Acchiatura è il cuore di Rudiae, dove negli anni 60 furono scoperti un edificio templare e numerose tombe messapiche e la strada romana che collegava lantica città a Lecce. Segnalo che gli uffici del Comune di Lecce hanno già disposto nei giorni scorsi gli interventi di manutenzione del verde per larea del Fondo Acchiatura del Parco di Rudiae alla società che eroga il servizio, la partecipata Lupiae fa sapere lassessora comunale alla Cultura, Fabiana Cicirillo che ci ha confermato che provvederà ad intervenire. La situazione, dunque, è nota e nei giorni scorsi, ricevuta la segnalazione del professor DAndria, alla quale ho personalmente fornito riscontro, gli uffici comunali ne hanno ulteriormente sollecitato la risoluzione. Intendo rassicurare i cittadini sul fatto che le potenzialità dellarea di Rudiae sono note allamministrazione conclude lassessora -Fabiana Cicirillo - e il suo completo recupero e apertura ai cittadini è considerata una priorità. Rudiae e la sua memoria storica nascosta dai rovi, attendono.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news