LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. La Fondazione Zeffirelli: «Risparmiateci l’affitto»
Ivana Zuliani
Corriere Fiorentino 4/9/2019

«I nostri soldi non sono infiniti». La Fondazione Zeffirelli fa un appello ai privati e a Palazzo Vecchio, a cui chiede l’abolizione dell’affitto per San Firenze.

La Fondazione Franco Zeffirelli cerca nuovi finanziamenti e chiede aiuto al Comune, a partire dall’abolizione dell’affitto pagato per il complesso di San Firenze.

«L’obiettivo è sviluppare ancora di più la Fondazione, attraverso dei possibili finanziamenti futuri che cercheremo di avere dalla Toscana, da Firenze, ma anche da paesi stranieri», spiega il vicepresidente Pippo Zeffirelli, figlio di Franco, morto due mesi fa. «Ora ci stiamo friggendo con il nostro olio, continuiamo ad andare avanti con i nostri soldi, ma non sono infiniti. Le entrate degli ingressi al museo non sono sufficienti, così mi sto dando da fare nella speranza di ottenere collaborazioni esterne».

Pippo Zeffirelli ha incontrato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: «So che ci deve dare una mano ma poi è caduto il governo e così siamo in attesa di sviluppi». Il vicepresidente della Fondazione ha fatto incontri anche con il sindaco di Firenze Dario Nardella e la vicesindaca Cristina Giachi. Tra le richieste avanzate a Palazzo Vecchio c’è l’abolizione della locazione che la Fondazione paga per la sede, nei locali del complesso di San Firenze, di proprietà del Comune: qui ci sono il Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo Franco Zeffirelli e il museo che ospita oltre 250 opere, tra bozzetti di scena, disegni e figurini di costumi. «Ci terrei molto che ci togliessero l’affitto di San Firenze, sarebbe un grande aiuto per noi economicamente. Sono 72 mila euro all’anno, non sono tanti ma per noi è una bella cifra: se li risparmiassimo potremmo investirli su altro, su progetti».

Finora molti sostegni economici sono arrivati dalla Russia. «Strano, per uno che è stato anticomunista per tutta la sua vita: alla fine la Russia si è dimostrato un paese molto amico di Franco» fa notare Pippo Zeffirelli. A fine settembre volerà a San Pietroburgo per organizzare una nuova mostra dedicata al maestro con i suoi bozzetti (le copie, non gli originali), dopo quella di 15 anni fa a Mosca. «Allora fu un grande successo, avrebbe dovuto rimanere tre mesi, ne rimase sei», ricorda. Tra gli altri progetti per i prossimi mesi ci sono un ricco cartellone di concerti, l’avvio del secondo anno di attività didattica con i corsi di regia e di scenografia che partiranno a fine settembre, oltre alla consolidata collaborazione con l’Istituto Lorenzo de’ Medici. E nuovi pezzi appartenuti al maestro per il museo. «Tra breve arriveranno tante altre cose del maestro, come il suo studio e il suo pianoforte che metteremo nella sala da ballo». Il sogno di Pippo, che poi era quello di Zeffirelli, «è poter proporre artisti e anche ospitarli. Ma è un costo». Così rimane per ora un sogno a metà.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news