LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Scala dei Turchi come la fontana di Trevi nel film di Totò
12 settembre 2019


Il Comune di Realmonte vuole cedere i diritti d'immagine del bene ambientale, tra i più famosi d'Italia e più fotografati in estate su Instagram da molti influencer. "Ma la costa è di tutti", dicono Pd e ambientalisti
di ANTONIO FRASCHILLA


Come Totò che in un famoso film chiedeva ai turisti i diritti dimmagine della Fontana di Trevi perché di nostra proprietà, così potrebbe accadere alla Scala dei turchi. Ma questa volta non nella finzione cinematografica, ma nella realtà e in maniera pienamente autorizzata. Sul tavolo del sindaco di Realmonte Calogero Zicari cè la bozza di un accordo con i privati che da anni hanno avviato un contenzioso rivendicando la piena proprietà di tutta larea, costa inclusa.

Una bozza nella quale il Comune in cambio della proprietà piena della Scala dei turchi concede per settantanni il 70 per cento dei diritti dimmagine ai privati per servizi giornalistici, cinematografici e pubblicitari che riprendono quel tratto bellissimo di costa. Ma non solo: ai privati concede anche il brand Scala dei turchi, così chiunque richiamerà nel mondo questo monumento ambientale, tra i più noti e tra i più fotografati su Instagram questa estate anche da molti influencer, dovrà pagare un obolo. Una follia? Sì una follia contro la quale ci opporremo in tutti i modi, anche perché questo accordo transattivo arriva senza nemmeno andare fino in fondo nella causa aperta in Tribunale, difenderemo la Scala dei turchi in tutti i modi , dice il deputato regionale del Pd, Michele Catanzaro, che ha presentato una interrogazione urgente allArs chiedendo lintervento immediato dellassessore regionale allAmbiente Toto Cordaro. Il sindaco replica: Ho sbagliato solo a far vedere questa bozza a certi consiglieri di opposizione, comunque al momento non commento perché la giunta non ha approvato alcun atto.

Da anni è in corso un contenzioso davanti al giudice civile sulla proprietà dellaria della Scala dei turchi, compreso il costone bianco e lucente che scende a mare. A rivendicarne la proprietà, con conseguenti diritti di accesso e utilizzo, è Ferdinando Sciabbarrà. Il giudice ha invitato le parti a provare a trovare un accordo. Così il Comune di Realmonte ha dato un incarico allavvocato Vincenzo Caponnetto, che dopo aver interloquito con i legali della controparte ha quindi proposto un accordo adesso al vaglio del sindaco e della giunta. Zicari nei giorni scorsi lo ha illustrato ad alcuni consiglieri e ne ha distribuito una copia. Cosa prevede questo accordo? Sciabbarrà rimane titolare di tutte le entrate in misura pari al 70 per cento (il 30 rimane al Comune, ndr) per le seguenti attività: diritti televisivi, giornalistici e cinematografici inerenti al sito per fini commerciali e pubblicitari. A tal fine si precisa che lautorizzazione alle riprese o alle foto e ai video verrà rilasciata dal dott. Sciabbarrà . Al privato rimane anche lutilizzo del brand Scala dei turchi: quindi chiunque aprirà un locale o venderà una maglietta richiamando questo nome dovrà pagare i diritti a Sciabbarrà e se il Comune vi realizzerà eventi una parte degli introiti dovrà andare al privato. In cambio il Comune di Realmonte diventerà proprietario dellarea e potrà avviare dei piani di gestione del sito e attivare un portale di informazione turistica.

Il capogruppo all'Ars del Pd Giuseppe Lupo chiede l'intervento del governatore: "Scala dei Turchi è patrimonio della Sicilia, è uno dei luoghi-simbolo che ha promosso limmagine della nostra isola a livello internazionale sia dal punto di vista turistico che naturalistico. Quello che sta accadendo a Realmonte lascia senza parole: la cessione dei diritti dimmagine ad un privato da parte del Comune è inconcepibile, al di là degli aspetti formali e dei cavilli normativi. Chiediamo un intervento immediato da parte delle istituzioni competenti aggiunge Lupo ed in particolare della Soprintendenza ai Beni culturali di Agrigento in merito ai pareri di competenza sullutilizzo e sulla fruizione del bene, anche ai fini della sua più completa salvaguardia.

Anche Legambiente attacca: Un accordo quanto meno curioso, un accordo fra pubblico e privato a totale vantaggio del secondo - dice il presidente di Legambiente Sicilia Gianfranco Zanna - ci chiediamo perché, qual è lutilità di questo accordo e perché il Sindaco di Realmonte abbia deciso di svendere in questo modo la Scala dei Turchi che deve, invece, essere patrimonio di tutti.

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2019/09/12/news/video_e_foto_sulla_scala_dei_turchi_per_farsi_pubblicita_si_paghera_un_privato-235802562/?ref=search


news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news