LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fano. Beato Antonio da Fano, la bara nel muro cè davvero. Svolta nel giallo di fine estate
Resto del Carlino, 13/09/2019

E adesso le analisi sul corpo mummificato

Svelato, almeno in parte, il giallo di fine estate: qualche colpo di piccone ed è crollato il muro che celava la bara in zinco nella quale dovrebbe esserci il corpo mummificato del Beato Antonio. La bara chiusa ermeticamente (dovrebbe essere quella del francescano vissuto nel XV secolo, sconosciuto ai più e di cui non è neppure certa la beatificazione) è stata ritrovata, ieri pomeriggio, nascosta tra le due pareti che dividono Santa Maria Nuova (allingresso a destra) dallex convento dei Frati Minori della Provincia Picena della Marca (ceduto ai privati per farne appartamenti). Quanto raccontato da padre Silvano Bracci, ex custode della chiesa di via de Tonsis, è risultato vero, nonostante le perplessità di padre Giancarlo Mandolini che oggi custodisce la chiesa di proprietà comunale.

A certificare la presenza della bara (saranno le analisi a stabilire se si tratta del beato Antonio) incastrata tra due pareti, in una intercapedine di 80-90 centimetri, è stato il sopralluogo organizzato, ieri pomeriggio, dal vice sindaco Cristian Fanesi con le funzionarie della Soprintendenza delle Marche (Beni Culturali e Archeologica) che ha portato allabbattimento del muro dal lato dellex convento. Dopo la demolizione della parete è stato chiesto lintervento dellAsur e sono state avvisate le autorità competenti (compresa la magistratura) per seguire tutte le procedure legali necessarie per lapertura della bara, laccertamento della presenza del corpo mummificato, gli esami che serviranno a datarne i resti e altre preziose informazioni. La bara è rimasta là dove è stata rinvenuta e non è neppure certo quando sarà trasferita ed eventualmente dove: non si esclude che possa essere portata al cimitero dellUlivo. Il superiore dei Frati Minori, Ferdinando Campana, presente alla demolizione del muro, insieme a padre Mandolini, parla di un segno dal cielo e non esclude che il beato possa tornare ad essere ospitato allinterno della chiesa: si deciderà in secondo momento dopo le autorizzazioni da parte di tutti gli enti coinvolti.

Come il beato sia finito da sotto laltare di SantAntonio da Padova al muro divisorio tra la chiesa e lex convento non è chiaro. Probabilmente visto che il beato non era più venerato prova a spiegare padre Campana negli anni 60 si è pensato di spostarlo. Per salvaguardarne i resti i frati di allora lo hanno chiuso in una cassa di zinco. I Frati Minori cercheranno riscontri nella documentazione del convento in loro possesso. Per ora lunica certezza è che ha trovato conferma quanto scritto nel volume su Santa Maria Nuova da padre Silvano Bracci ed edito, una decina di anni fa, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano. In quel volume Bracci racconta (...) quel corpo tutto intero fu tolto e murato verticalmente allinizio della parete destra della chiesa nel vano tamponato di un passaggio che immetteva nellattuale convento. A padre Bracci lo avrebbe raccontato personalmente nel 1958, lallora custode di Santa Maria Nuova, padre Francesco Talamonti, artefice dellope razione.

Nel volume dedicato a Santa Maria Nuova, padre Bracci, attraverso riscontri documentali, ricostruisce anche la storia del francescano. Vissuto nel XV secolo, il suo corpo mummificato sarebbe stato conservato prima in Santa Marina Nuova in San Lazzaro, poi trasferito a Santa Maria Nuova in San Salvatore, per finire murato, nel 1958, nella porta di comunicazione tra la chiesa e il convento.

https://www.ilrestodelcarlino.it/fano/cronaca/beato-antonio-mummificato-1.4779965


news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news