LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LECCE - Trenta giorni per demolire la fontana di Melissano, ma il Comune non ha i soldi
LECCE NEWS 17 Settembre 2019

Un mese di tempo per demolire la fontana monumentale di Melissano che Vittorio Sgarbi definì un crimine puro. Marcello Seclì: “Chi l’ha progettata sostenga i costi come risarcimento del danno causato alla collettività”


Con una lettera perentoria la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Lecce ha chiesto al Sindaco di Melissano di demolire entro 30 giorni la ormai famigerata fontana monumentale realizzata nel 2000 e addossata alla Chiesa Matrice della Beata Vergine Maria del Rosario. Non solo. L’architetto Maria Piccarreta, nel suo ruolo di Soprintendente, chiede al primo cittadino il corretto ripristino dei luoghi sulla base di un progetto architettonico da sottoporre all’ente di Via Galateo al fine della sua autorizzazione.

La storia della fontana monumentale di Melissano è arcinota. Fu un progetto realizzato dall’allora amministrazione comunale che la città non ha mai compreso, ha rifiutato da subito perché totalmente distonico all’area in cui sorgeva e addirittura pericoloso perché, poggiando sulla chiesa, rischia di comprometterne la staticità.

Vittorio Sgarbi, quest’estate, non ha avuto dubbi nel definire quella scultura come un ‘crimine puro’. Quella fontana non entrò mai in funzione, infatti, anche perché, a detta di molti cittadini e istituzioni, il getto d’acqua non era stato ben congegnato e finiva per strada con il rischio di far scivolare le persone che si recavano a seguire le sacre funzioni.

Un mese di tempo, dunque, che la Sopraintendente ha dato al Comune.

Ma il Comune ha i soldi per fare il progetto destinato a riportare i luoghi allo stato iniziale? Ha i soldi per pagare i progettisti? Ha i quattrini per passare poi alla fase due, ovvero quella della demolizione?

Niente affatto. Gli amministratori fanno sapere che non ci sono denari nelle casse e che i cittadini nel 2019 non possono pagare un errore degli amministratori del 2000.

Scende in campo così l’Associazione Italia Nostra, che da sempre ha provato a trovare una soluzione che partisse dalla demolizione di quell’opera che in tanti di spregiativamente chiamano ‘la supposta’.

‘Chiediamo che l’Amministrazione comunale provveda all’istituzione a breve di un Comitato tecnico-culturale che affianchi il Comune nell’individuazione delle forme, degli strumenti, dei tempi e delle condizioni attraverso il quale attuare un Programma di iniziative in cui l’abbattimento del manufatto possa risultare un percorso di crescita culturale e sociale della comunità ed un segnale, anche per il territorio salentino, affinchè altri scempi non abbiano più a verificarsi’.

Parole che scendono nel pratico con l’invito al coinvolgimento degli studenti per lanciare iniziative culturali tese alla valorizzazione del patrimonio culturale esistente. E come fare per i soldi del progetto di ripristino dei luoghi. Anche qui Marcello Seclì è altrettanto chiaro: ‘chiediamo ai tecnici che a suo tempo progettarono l’opera e che profumatamente vennero ricompensati (uno di essi oggi ricopre l’incarico di Consigliere comunale) di predisporre gratuitamente il progetto di abbattimento del manufatto e di ripristino dello stato dei luoghi, quale viatico e simbolico gesto di risarcimento per cotanto danno causato alla collettività’

https://www.leccenews24.it/attualita/fontana-monumentale-melissano-demolita.htm


news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news