LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scoperta in Francia unopera sconosciuta di Cimabue: è stimata 6 milioni di euro
23 Settembre 2019 LA STAMPA



Era appeso tra la cucina e il soggiorno in una casa a Compiegne


Un dipinto attribuito a grande pittore italiano Cimabue, che era appeso tra la cucina e il soggiorno in una casa a Compiegne, a nord di Parigi, è stato scoperto casualmente e sarà messo in vendita. Lo ha rivelato il Canibet Turquin, esperto in opere d'arte di antichi maestri. "Il Cristo deriso" è il tema di questo piccolo dipinto, (25,8 cm per 20,3 cm), e probabilmente faceva parte di un Dittico del 1280 nel quale erano rappresentate su otto pannelli di dimensioni simili alcune scene della Passione di Cristo.

Finora erano conosciute solo due scene di questo dittico: La "Flagellazione di Cristo" (Frick Collection, New York) e la "Vergine col Bambino in trono e circondata da due angeli" (National Gallery, Londra). E' stata un'anziana signora a riferire dell'esistenza dell'opera alla casa d'aste Acte'on di Compie'gne, che ha provveduto a farla valutare da Turquin. Il quadro era appeso in mezzo tra il soggiorno e la cucina, e la famiglia aveva sempre pensato che fosse un'icona semplice. La vecchia signora non sapeva da dove venisse.

Stimato tra 4 e 6 milioni di euro, questo dipinto che mostra Cristo circondato da una folla di uomini, sara' messa in vendita presso Senlis da Acteon il prossimo 27 ottobre. Si tratta della prima volta in decenni che viene messo all'asta un dipinto di Cimabue.

La riflettografia a infrarossi ne ha rivelato l'eccellente stato di conservazione, sostengo gli esperti di Turquin, a detta dei quali "l'attribuzione non verrà messa in discussione: è evidente, confrontandolo con gli altri suoi dipinti, che è la stessa mano". Cimabue, pseudonimo di Cenni (Bencivieni) di Pepo (Firenze, 5 o 19 settembre 1240 circa - Pisa, 24 gennaio 1302), è una delle piu' grandi figure dell'arte prerinascimentale. Pittore di spregiudicata capacità innovatrice, si hanno notizie di lui dal 1272. Dante lo cita come il maggiore della generazione antecedente a quella di Giotto, di cui secondo il Ghiberti fu al contempo maestro e scopritore. Vasari lo indico' come il primo pittore che si discostò dalla "scabrosa goffa e ordinaria maniera greca", ritrovando il principio del disegno verosimile "alla latina". A detta degli esperti, a Cimabue spetta un passo fondamentale nella transizione da figure ieratiche e idealizzate (di tradizione bizantina) verso veri soggetti, dotati di umanità ed emozioni, che saranno alla base della pittura italiana e occidentale.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news