LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Mini parcheggio al Museo delle navi e una fermata del treno dedicata»
di Loi Francesco
Tirreno Pisa-Pontedera di mercoledì 6 novembre 2019, pagina 4






IL DIBATTITO SULLA CITTADELLA «Mini parcheggio al Museo delle navi e una fermata del treno dedicata» IL sindaco Conti e l'assessore Dringoli sui piani perla zona «Nessuna cementificazione, solo una piccola area di sosta»

PISA. Il parcheggio alla Cittadella? Si farà, «ma piccolo. Non siamo cementificatori come qualcuno ci vuole dipingere». Così replica il sindaco Michele Conti alle critiche delle opposizioni sul progetto di uno spazio per auto nella zona degli Arsenali Medicei, sede del Museo delle navi antiche. La puntualizzazione di Conti arriva attraverso i microfoni della "Pisaniana", la rubrica televisiva del circolo Mazzei. Da settimane i riflettori sono accesi sulla zona della Cittadella, che in questi anni e mesi ha conosciuto una fase di recuperi storici (dagli Arsenali Repubblicani alla Torre Guelfa con il suo fortilizio) potendo contare su fondi Piuss. Inoltre, l'apertura del Museo delle antiche navi (12mila visitatori da quando è stato inaugurato) ha dato ulteriore lustro e prospettive all'area, indicata anche nei documenti del Comune di Pisa come porta del circuito museale dei lungarni. Però, per diventare davvero tale, quell'area necessita di infrastrutture dedicate per l'arrivo e il parcheggio. «Non siamo dei cementificatori, questa storia deve finire», sbotta il sindaco.

«La riqualificazione di quell'area - aggiunge - deve essere terminata. Un gran lavoro è già stato fatto anche grazie ai Piuss, mentre l'ulteriore progetto di riqualificazione che era stata impostato precedentemente avrebbe bisogno di ulteriori quattro milioni di euro. In città però abbiamo trovato ben altre emergenze, visto che per venti anni non sono state fatte le manutenzioni e ci troviamo con il marciapiedi scassati dappertutto: noi spenderemo 2,3 milioni di euro l'anno prossimo per la loro sistemazione». Per la Cittadella, allora? «Occorre andare nella direzione dell'attrazione di finanziamenti europei. IlMuseo delle navi è molto importante per Pisa e deve essere "infrastrutturato" di conseguenza: da qui l'idea di un parcheggio, ma di piccole dimensioni, a suo servizio. Nessuna colata di cemento, dunque». Intanto emerge un'altra ipotesi di lavoro per rendere più facilmente raggiungibile l'area del Museo delle navi: una fermata del treno all'altezza del Cittadella, intermedia tra la Stazione Centrale e la Stazione di Pisa San Rossore, che la giunta comunale ha già dichiarato di voler cambiare, come denominazione, in Pisa-Piazza dei Miracoli. La fermata in zona Cittadella si inserisce nel progetto dell'assessore alla mobilità Massimo Dringoli di utilizzare come metropolitana di superficie la linea ferroviaria Pisa-Lucca esistente.

«L'idea è di incrementare le corse in determinate fasce orarie, con fermata intermedia per il Museo delle navi antiche. In questo scenario rientra anche lo stesso cambiamento del nome della stazione in Pisa-Piazza dei Miracoli, che così acquisterebbe un significato diverso e preciso». L'obiettivo di Dringoli è un treno-navetta che si muova tra la Stazione Centrale e Pisa San Rossore. «Ogni giorno tra le 5.25 e le 21.40 nella tratta compresa tra Pisa Centrale e Pisa San Rossore viaggiano 62 treni, in un senso e nell'altro - ha spiegato l'assessore -. Abbiamo visto che la frequenza di passaggi è molto ravvicinata solo in una fascia oraria ristretta, mentre per la maggior parte del tempo c'è un intervallo di mezzora libero tra un treno e l'altro dove poter inserire una corsa urbana». Oppure utilizzare anche i treni che vanno a Lucca e già fermano a Pisa San Rossore, punto di intersezione di due linee, quella verso Lucca e l'altra verso Viareggio e il resto della costa. «Stiamo insistendo con Ferrovie - conclude l'assessore Dringoli - perché la nostra proposta diventi realtà». — Francesco Loi



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news