LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli: da Cnr e atenei un progetto per riuso 200 chiese chiuse
07 novembre 2019 LA REPUBBLICA


L'obiettivo è renderle fruibili in modo sostenibile dal punto di vista sociale, culturale ed economico

Un progetto che ha ottenuto il finanziamento europeo ma anche un corso di specializzazione universitaria per creare un pool di esperti del settore. È così che il Cnr e gli atenei napoletani scendono in campo per un progetto molto ambizioso, il riuso e la gestione del patrimonio culturale religioso dismesso. Un approccio di cui si è discusso oggi al Cnr di Napoli e che è stato già preso come modello in Germania, come ha spiegato il professor Albert Gerhards, dicente alla Facoltà di teologia dell'Università di Bonn, giunto a Napoli per importare il modello.

"Il progetto Clic - spiega Alfonso Morvillo, direttore dell'Istituto di Ricerca su Innovazione e servizi per lo sviluppo (Cnr-Iriss) - si può applicare al vastissimo patrimonio culturale ecclesiastico, inutilizzato o sottoutilizzato, che si trova a Napoli. L'obiettivo è rendere fruibile questi asset in modo sostenibile dal punto di vista sociale e culturale ma soprattutto economico, affrontando come sia possibile con gli incassi sostenere i costi connessi alla gestione. Si deve arrivare a un rapporto equilibrato tra i servizi che remunerino con degli incassi e i servizi forniti gratuitamente ai cittadini, un obiettivo molto complesso.

Il patrimonio culturale religioso rappresenta la categoria più frequente dei siti Unesco. A Napoli ci sono circa 200 chiese chiuse e non utilizzate e se il patrimonio viene abbandonato si degrada. La ricerca del riutilizzo comprende il rapporto con le associazioni della società civile, le associazioni e movimenti ecclesiali, i gruppi di volontariato per cercare l'uso più coerente con il valore intrinseco del patrimonio stesso. Un lavoro su cui la Cei (Conferenza episcopale Italiana) e la Crui (Conferenza dei rettori delle Università Italiane) hanno unito le forze con un accordo "che mette in comunicazione diversi saperi - spiega Francesco Asti, preside della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, sezione San Tommaso - per una collaborazione culturale tra facoltà statali e facoltà teologiche. Riflettiamo insieme sul riuso dei beni ecclesiastici a Napoli, per riportarli a un uso intelligente per il popolo napoletano".

E per realizzare il progetto ci vuole un pool specializzato che sarà formato nei prossimi mesi, come spiega Pasquale De Toro, direttore del centro interdipartimentale di urbanistica Alberto Calzabili dell'Università Federico II di Napoli: "Il corso - dice - è rivolto a laureati triennali e magistrali di architettura, beni culturali, ingegneria civile ed economia. Sarà lanciato a beve con il bando che scadrà il 20 dicembre, poi a febbraio si partirà. L'idea è di indagare in maniera multidisciplinare gli approcci e le tecniche operative per attivare la rigenerazione urbana e il patrimonio culturale religioso".



news

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

03-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 DICEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news