LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Arte e vita religiosa al tempo di Cosimo I
di Verdon Timothy
Toscana Oggi di domenica 10 novembre 2019, pagina 11

Nel V centenario della nascita del primo granduca di Toscana, Cosimo dé Medici (1519-1574), l'Opera di Santa Maria del Fiore insieme al Kunsthistorisches Institut in Florenz organizzano un convegno di studi su Arte e vita religiosa al tempo di Cosimo I. Continuità e cambiamento. L'evento avrà luogo a Firenze nelle giornate del 14 e 15 novembre, in ambienti delle rispettive istituzioni: per l'Opera, l'Antica Canonica di San Giovanni, in Piazza San Giovanni 7, e per l'Istituto Germanico Palazzo Grifoni Budini Gattai, in via dei Servi 51. Aperto a tutti, nella serata del 14 novembre il convegno offrirà visite guidate gratuite alle opere della Cattedrale commissionate da Cosimo I e dai suoi figli, Francesco I e Ferdinando I. Proclamato Duca di Firenze a soli 18 anni, dopo l'assassinio del cuino Alessandro de Medici nel 1537, Cosimo insieme alla giovane consorte Eleonora da Toledo (sposati nel 1539) promossero grandi progetti d'arte e architettura a conferma della stabilità del nuovo stato principesco. Dopo la convocazione del Concilio di Trento nel 1545, poi, il mecenatismo ducale interessò in modo particolare la cattedrale, con due progetti monumentali a completamento del tempio consacrato nel 1436: un ricchissimo coro marmoreo ad opera di Baccio Bandinelli, in sostituzione di quello ligneo precedente, e, ultimato il coro, un ciclo di affreschi nell'intradosso della cupola brunelleschiana, iniziato da Giorgio Vasari e ultimato da Federico Zuccari. Dopo la morte di Cosimo, il suo erede Francesco I farà progettare una nuova facciata per la Cattedrale, mai realizzata per la morte di Francesco nel 1587, e il successore, Ferdinando I, farà fare un progetto di facciata alternativo. Nell'occasione delle nozze di Ferdinando I con Cristina di Lorena nel 1589 verranno allestite le grandi nicchie con statue degli apostoli lungo la navata e nella crociera. Queste trasformazioni in Duomo non sono poi che la parte più visibile di un processo che si stava verificando in molti altri luoghi di culto cittadini, dalla cappella affrescata da Agnolo Bronzino per la duchessa Eleonora in Palazzo Vecchio, alla chiesa medicea per antonomasia, San Lorenzo, alle basiliche di ordini religiosi quali i francescani e i domenicani. Studiando questi diversi contesti d'intervento, i relatori delle due giornate suggeriranno il punto d'incrocio tra gli interessi politici della neonata dinastia e gli impulsi spirituali del periodo tridentino, sottolineando i temi di una continuità col passato e un cambiamento in vista del presente e futuro. Nello spirito del Concilio, infatti - che stava riformulando le dottrine della tradizione con linguaggio nuovo e con nuova enfasi -, l'arte religiosa all'epoca di Cosimo I si presentava, tanto nei contenuti quanto nello stile, come perfezionamento dell'arte sacra precedente e innovazione linguistica. L'esigenza tridentina di un'arte catechetica, capace di inculcare la fede coinvolgendo le emozioni, insieme all'esigenza medicea di magnificenza, favorivano inoltre una spettacolarità che - nel Duomo come in altre grandi chiese fiorentine - preparava il Barocco del Seicento. Tra gli altri relatori Cristina Acidini, Mario Bevilacqua, Gianni Cioli, Isabella Gagliardi, Annette Hoffmann, Megan Holmes, Gabriele Mancuso, Jessica Maratsos, Antonio Natali, Sean Nelson, Elizabeth Pilliod, Jessica Richardson, Francesco Vossilla, Gerhard Wolf. A completamento della giornata di studio, il 14 novembre, dalle 19 alle 21, si terrà l'apertura serale della Cattedrale alla cittadinanza, con visite guidate sul tema. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Orari visite: 19, 19,30, 20, 20,30, gruppi di 10 persone. Entrata: Porta del Campanile L'intero programma dei due giorni è disponibile sul sito www.operaduomofirenze.it. Non c'è tariffa d'iscrizione, ma per chi desidera seguire le sessioni, è meglio prenotarsi scrivendo a eventi@operaduomo.firenze.it.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news