LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Da Venezia a Matera: a rischio alluvione oltre 67mila beni culturali


Lacqua alta 187 centimetri nella Laguna e il fiume di fango a ridosso dei Sassi sono un allarme che squilla lungo tutta la Penisola. E non si tratta di casi isolati ma di fenomeni ricorrenti
Redazione Redazione Novembre 14, 2019 1 minute read
Da Venezia a Matera: a rischio alluvione oltre 67mila beni culturali
Facebook Twitter LinkedIn Pinterest

Nord e Sud accomunati dalle calamità naturali. LItalia, tante volte divisa, in queste ultime ore si è unita ma nel segno del dissesto idrogeologico. Da Venezia, con unacqua alta record di 187 centimetri che ha sommerso inestimabili opere darte e la stessa Basilica di San Marco, a Matera, la città dei sassi, capitale della Cultura, trasformata in un enorme fiume dacqua e di fango. Due esempi concreti e drammatici di quello che possono fare i cambiamenti climatici sul nostro paesaggio urbano. Non si tratta di casi isolati ed eccezionali, ma di fenomeni ormai ricorrenti che in Italia, paese con il primato mondiale dei beni culturali Patrimonio dellUmanità, potrebbero fare molti più danni che altrove.

Secondo il dossier di Legambiente Le città italiane alla sfida del Clima, elaborato in collaborazione con il ministero dellAmbiente, lItalia ospita infatti ben 28.483 siti del patrimonio culturale esposti ad alluvioni. Oltre 39mila sono invece i beni culturali esposti ad alluvioni rare ma di estrema intensità. Nel complesso, oltre 67mila beni artistici e culturali rischiano dunque di andare sottacqua, quasi un terzo degli oltre 200mila beni architettonici, monumentali e archeologici sparsi per lItalia, senza contare 3.400 musei e circa duemila aree e siti archeologici. Assolutamente da non sottovalutare anche il problema dei tesori artistici e architettonici a rischio frane: in Italia il censimento Ispra-Iscr del 2015 citato da Legambiente ne conta 14mila.

LEGGI ANCHE: Venezia sottacqua e il Mose che non cè ancora

A conferma della fragilità delle nostre città darte il rapporto di Legambiente elenca molti casi recenti di luoghi e siti feriti dal maltempo. Da Genova, dove lalluvione dellottobre 2014 provocò forti danni allArchivio di Stato, alla biblioteca nazionale e al Palazzo Reale, agli scavi archeologici di Sibari, i più grandi della Magna Grecia, sommersi da acqua e fango per lesondazione del fiume Crati nel gennaio 2013. Passando per Livorno, dove le piogge torrenziali dellottobre 2015 provocarono ingenti danni al tempio ebraico; per Volterra, in provincia di Pisa, dove le piogge nel gennaio del 2014 portarono al crollo del manto stradale della Piazzetta dei Fornelli e di trenta metri di mura medievali, per Roma dove la forte pioggia del novembre 2014 ha danneggiato le Mura Aureliane.

https://pickline.it/2019/11/14/da-venezia-a-matera-a-rischio-alluvione-oltre-67mila-beni-culturali/


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news