LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni culturali a rischio frane e alluvioni
Impakter, 27/11/2019

Beni culturali e dissesto idrogeologico. Quanti sono e dove si trovano quelli esposti al rischio di frane e alluvioni?
Italia, bella ma indifesa. In questi giorni stiamo assistendo a un grande classico autunnale: lo sgretolamento del nostro paese. Strade ed edifici allagati, crolli di infrastrutture, città paralizzate. Ne abbiamo parlato in recente articolo di Eduardo Lubrano intitolato LItalia che va in frantumi. I Beni culturali sono tra le vittime dellinettitudine delle istituzioni, incapaci di mettere mano adeguatamente a decenni di incuria e corruzione. Uno dellISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) contabilizza in modo capillari quali e quanti sono i beni culturali minacciati dal dissesto idrogeologico.

Beni culturali esposti al rischio di frane
In Italia, i Beni Culturali esposti al rischio di frane sono 37.847. Ben il 18,6% del totale. Per indicare in modo più approfondito cosa si intende per esposizione al rischio, è stata elaborata una scala di pericolosità suddivisa per classi, basata sui criteri del Piano di Assesto Idrogeologico (PAI). Le classi di pericolosità sono le seguenti: molto elevata P4, elevata P3, media P2, moderata P1. Sono esposti a rischio molto elevato 4741 siti culturali, elevato 6971, medio 10845, moderato 13267.

Da notare come le due classi a maggiore pericolosità, ossia P3 e P4 (elevata e molto elevata), comprendano insieme ben 11712 beni culturali, pari al 5,8% del totale. In sostanza, in Italia un bene culturale su cinque è esposto a rischio frane; uno su venti a un rischio elevato o molto elevato.
Beni culturali esposti al rischio di alluvione

Non meno preoccupante la situazione riguardante le alluvioni. In questo caso si parla di pericolosità idraulica, ma si usano schema e codici alfanumerici identici, con qualche piccola differenziazione: pericolosità elevata P3, media P2, bassa (anziché moderata) P1. Manca in questo caso la classe P4 (pericolosità molto elevata).

I Beni Culturali esposti a un rischio elevato di alluvione sono 13865 (6,8% del totale); a rischio medio 31137 (15,3%); basso 39426 (19,4%). In questo caso però non si devono sommare i dati delle tre classi per avere il totale dei beni culturali esposti a rischio alluvione. Questo perché le due classi di pericolosità P3 e P2 (elevata e media) sono già incluse nella classe P1, che tecnicamente rappresenta la massima estensione delle aree inondabili in Italia.

Toscana ed Emilia Romagna le più esposte
Dai dati regione per regione si evince come Toscana, Marche, Emilia-Romagna, Campania e Liguria siano le regioni aventi il numero maggiore di situazioni a rischio di frane. Emilia-Romagna, Veneto, Liguria e Toscana sono invece le regioni con il maggior numero di siti sottoposti alla minaccia delle alluvioni. In sostanza, Toscana ed Emilia-Romagna sono le più esposte.

https://www.impakter.it/beni-culturali-a-rischio-fane-e-alluvioni/


news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news