LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Manifesto blasfemo. Scontro sul Macro
Paolo Conti
Corriere della Sera 17/12/2019

Un poster evidentemente ideato per far esplodere una bomba mediatica. Un manifesto blasfemo esposto in vetrina come un pezzo d’arte al Macro, il Museo comunale (pubblico) di arte contemporanea.

Roma. Nella Roma di fine 2019, sommersa dai rifiuti e strangolata dal traffico, può succedere anche che un poster evidentemente ideato per far esplodere una bomba mediatica (un Cristo in piedi benedicente e visibilmente eccitato di fronte a un bambino inginocchiato, sotto il titolo «Ecce Homo Erectus») finisca esposto in vetrina come un pezzo d’arte al Macro, il Museo comunale (pubblico) di arte contemporanea firmato da Odile Decq. E ci rimanga qualche giorno, finché non arrivano sui social foto commentate con indignazione da Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia («Ora basta! Governo e Comune intervengano per difendere i valori nei quali si riconosce la maggioranza degli italiani. Io sono cristiano e voglio essere rispettato!») e da Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia («Non riesco a capacitarmi di come qualcuno abbia potuto autorizzare uno scempio di questa gravità all’interno di un museo comunale della Città Eterna»). A dichiarazioni rilasciate, l’azienda Palaexpo — «ente strumentale» del Comune di Roma, gestisce Palazzo delle Esposizioni, Macro ed ex Mattatoio — ha fatto sapere: «L’azienda, che per sua missione promuove ogni giorno la cultura e il rispetto critico della libertà artistica e di espressione, si dissocia dal messaggio del manifesto. Lo stesso è stato rimosso».

Ma come è finito quel poster in un museo comunale pubblico? Il Macro è da tempo impegnato nel progetto «Macro Asilo», ideato dal curatore uscente (il 31 dicembre prossimo) Giorgio De Finis, una «palestra aperta» per multiple sperimentazioni. In questi giorni era in programma, tra molti altri, l’evento StealThisPoster , progetto artistico di «Subvertising» a cura di Nero Gallery, presentato dal giovane street artist romano Hogre (già denunciato per «offese a una confessione religiosa mediante vilipendio» nel luglio 2017 per aver affisso manifesti su spazi Atac) e da Special Patrol Group. Un «sovvertimento» dei messaggi pubblicitari (un Babbo Natale con una molotov in mano, per esempio). Come si spiegava nel programma « Subvertising deriva dalla crasi dei vocaboli anglosassoni subvert (sovvertire) e advertising (pubblicità) a indicare la pratica di “vandalizzazione creativa” di manifesti pubblicitari, una forma di sabotaggio culturale». Al momento della presentazione del progetto, assicura il presidente di Palaexpo Cesare Pietroiusti, «quel poster nella documentazione ovviamente non c’era. È apparso dopo in mezzo agli altri. In una giornata Macro Asilo ospita anche venti eventi, e questo ha ritardato il fatto che ce ne accorgessimo. Io stesso sono un artista e un fautore della libertà di espressione. Ma non quando c’è un contenuto che volutamente scateni solo una polemica strumentale quanto quella politica che abbiamo visto. Invito chi ha rilasciato certe dichiarazioni, nel nome di una presunta attenzione a valori religiosi, a venire a valutare la qualità della nostra offerta culturale».

Prende le distanze Luca Bergamo, prosindaco di Roma e assessore alla Cultura: «Ringrazio il Palaexpo per aver disposto la rimozione di un’opera che è intenzionalmente ed esclusivamente offensiva. La libertà d’espressione in arte è un diritto fondamentale che va sempre protetto, ma esercitare il diritto alla libertà d’espressione artistica richiede un intento e un atto artistico, cose che in questa circostanza non ravvedo. Non è compito del governo decidere cosa sia o meno arte, ma ciò non può impedire a chi esercita queste funzioni di esprimere le proprie vedute in simili casi».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news