LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino, Egizio. La ricerca è tutto, potenzieremo ancora lo staff
Paolo Morelli
Corriere della Sera - Torino 20/12/2019

Il direttore Greco: Tornerò a scavare

Il concetto è completamente cambiato, non vogliamo più parlare di riscoperta dellEgitto. Christian Greco è emozionato, stanco ma entusiasta mentre si muove tra le nuove sale storiche. Non è solo un semplice riallestimento, con pannelli, schermi interattivi e video, perché dietro a questo imponente lavoro cè una diversa concezione museale. E anche il recupero di vecchie collaborazioni, come quella con lAccademia delle Scienze, che ha dato un contributo fondamentale per la parte relativa alla collezione Drovetti.

Greco, cè unattenzione allaspetto etico, quando parlate della depredazione?

Il museo nasce anche dal fatto che lEgitto ha subito questa violenza e diaspora, prima che cambiassero le leggi. Qui citiamo Auguste Mariette, che nel 1858 fondò il Servizio delle Antichità in Egitto per regolamentare gli scavi. Dobbiamo parlare chiaro, perché il museo non era una società sospesa, raccoglieva le pulsioni del mondo, infatti usiamo la parola fascista in riferimento al Ventennio. Questo approccio è nato dalle nostre considerazioni avviate un anno e mezzo fa.

Perché non parlate più di riscoperta dellEgitto?

LEgitto è sempre stato lì e ha continuato a essere scoperto e studiato. Già nel Medioevo abbiamo tantissimi documenti di viaggiatori arabi che sono entrati addirittura nelle piramidi, questo non è un dato secondario perché prima si pensava fossero silos per il grano. In queste sale parliamo del dialogo fra le due sponde del Mediterraneo, con un inquadramento storico, evidenziando il ruolo della diplomazia. E poi (indica il lungo papiro del Libro dei morti, ndr) cè quella che chiamiamo la voce dei geroglifici, dove vengono spiegati al visitatore. La nascita dellegittologia avviene con la decifrazione dei geroglifici, quindi li facciamo parlare.

Ci sono state nuove scoperte durante le ricerche per il riallestimento?

Sì, ad esempio sulla Mensa Isiaca abbiamo fatto unanalisi con il Getty. Grazie alla macro xrf, una scansione di reperti e opere darte, abbiamo potuto determinare la tecnica di realizzazione, stabilendo dove fossero argento, zinco e oro. Questa cosa è importantissima, ci sta interrogando sulle tecniche metallurgiche. È un documento unico.

Che legame cè fra museo e ricerca?

Il museo è un luogo di ricerca, adesso è in corso una campagna di scavo in Sudan, siamo a Saqqara e a Deir el-Medina. Torneremo lì per pubblicare a proposito di alcune tombe. Quando sono arrivato allEgizio cerano un curatore e un assistente, ora sono 12 e a gennaio ne assumeremo un altro.

Perché altri musei in Italia non sembrano andare in questa direzione?

Noi abbiamo la fortuna di essere una fondazione, quando mi servono competenze specifiche posso bandire un posto e convocare una commissione internazionale. Se fosse un museo statale dovrei farlo solo con professionalità riconosciute dal ministero.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news