LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Marini, vincolo nel testamento. E un sit in per le opere a Pistoia
Matteo Lignelli
Corriere Fiorentino 22/12/2019

Domani la protesta. Nelle volontà della vedova dell’artista il legame con la città

Pistoia. Un sit in contro lo spostamento delle opere di Marino Marini a Firenze. È l’idea lanciata da alcuni cittadini di Pistoia: l’iniziativa, invocata anche dal Pd, si terrà domani davanti al museo intitolato all’artista, quando in città è atteso il presidente della Fondazione Paolo Pedrazzini. E mentre tutte le minoranze in Consiglio comunale chiedono una seduta aperta a tutta la città insieme al cda della Fondazione, rispunta dal passato un vincolo che lega le opere di Marini all’edificio che le ospita, l’ex convento del Tau: quello contenuto anche nel testamento della moglie dello scultore pistoiese, Mercedes Pedrazzini. «Il patrimonio da me destinato con testamento alla Fondazione Marino Marini di Pistoia e i frutti di tale patrimonio — si legge nel testamento — non potranno essere utilizzati senza il parere favorevole/vincolante della dott.ssa Maria Teresa Tosi», cioè l’attuale direttrice del museo, «per il periodo di 15 anni dalla mia dipartita».

Le ultime volontà della vedova Marini, quindi, si scontrano con il paventato trasferimento a Firenze. La donna, scomparsa nel 2008, nel 1983 aveva dato vita alla Fondazione. Come scritto in una lettera di Sauro Massa, l’esecutore testamentario, Pedrazzini considerava «essenziale» il legame tra Marino Marini e la sua città natale e proprio sull’indissolubilità di questo rapporto, la Soprintendenza ha posto un vincolo pertinenziale sulle opere custodite a palazzo del Tau, sede del museo. Un vincolo per il quale il presidente della Fondazione, Paolo Pedrazzini — nipote di «Marina» — e la maggioranza del Cda hanno deciso di fare ricorso al Tar, sospendendo l’attività del museo finché il tribunale non si sarà pronunciato. Una sospensione contro la quale il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi, ha assicurato battaglia legale e che la Cgil ritiene «inaccettabile»: «Chiediamo un incontro urgente per salvaguardare i dipendenti diretti e indiretti che rischiano il posto di lavoro», dicono i sindacalisti. «Il patrimonio di Marino ci identifica —rivendica Tomasi — La Fondazione non la pensa così e vorrebbe trasferire le opere a Firenze».

Esiste, infatti, una lettera d’intenti della Fondazione Marini San Pancrazio di Firenze sulla volontà di creare un unico polo fiorentino e un voto del Cda pistoiese dello scorso marzo che si impegna a valutare un possibile progetto. Proprio per scongiurare questo trasferimento si era attivata la Soprintendenza. «La Fondazione di Firenze — prosegue Massa — sembra interessata al patrimonio artistico e ancor più di poter gestire gli ingenti mezzi finanziari (circa 50 milioni) lasciati per successione alla fondazione di Pistoia».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news