LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Prato. Bini Smaghi: Più peso dei privati al Pecci
Giorgio Bernardini
Corriere Fiorentino 24/12/2019

Il neo presidente Bini Smaghi: gli sponsor dovranno superare i finanziamenti pubblici

PRATO. Il nuovo presidente della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, lente che sovrintende il Centro Pecci di Prato, è Lorenzo Bini Smaghi. Il principale lavoro sarà coinvolgere i privati della città e della regione e arrivare a far sì che il loro finanziamento superi quello pubblico. Sembra aver le idee chiare leconomista fiorentino, che si è presentato ieri nella sede del museo: una dichiarazione di intenti che mira a capovolgere i canali di finanziamento del Centro. Bini Smaghi mette da parte il suo proverbiale aplomb per andare al cuore del concetto, probabilmente una delle motivazioni che ha guidato la scelta del Comune di Prato verso il suo corteggiamento: Vi avviso ha detto verremo a rompere le scatole a tutti: con laiuto dei pratesi e dei toscani faremo un grande lavoro per investire sul contemporaneo, che è la base per pensare al futuro, il motivo principale per cui ho accettato questa sfida. Il museo ha un bilancio di circa 3 milioni di euro, di cui 2 provengono dal finanziamento da enti pubblici: il Comune ha versato questanno 1,2 milioni di euro, la Regione 800 mila ed entrambi gli enti hanno confermato ieri linvestimento anche per il 2020. Ciò che vuol mettere in campo Bini Smaghi, primo presidente della Fondazione di Palazzo Strozzi dal 2006 al 2016, è dunque il ribaltamento del peso tra pubblico e privato. Faccio i complimenti al Comune per la grande qualità nella scelta delle nomine del Consiglio damministrazione, fatte proprio nel segno dellattenzione ai privati. I nuovi membri del Cda, in carica per tre anni, sono limprenditore Gherardo Biagioni, il direttore artistico di Contemporanea Edoardo Donatini, il manager della cultura Jacopo Gorie limprenditore Alessio Marco Ranaldo. Bini Smaghi succede a Irene Sanesi, che ha guidato la Fondazione dalla sua nascita, quattro anni fa, nel periodo più delicato: quello di rilancio del museo rinnovato, quello delleffetto Pecci con cui limpresa culturale ha tentato di contagiare la città. Sanesi, presente al passaggio di consegne, ha incassato il plauso di tutti i protagonisti della scena culturale cittadina: dal sindaco Matteo Biffoni allassessore competente Simone Mangani, sino allassessore regionale Monica Barni e alla direttrice del museo Cristiana Perrella. Questanno, fatto di 12 piccoli e grandi eventi espostivi, si chiude nel migliore dei modi, ha detto augurando buon lavoro al nuovo Consiglio damministrazione. E annunciando che nel 2020 ripartiranno le rinomate attività didattiche del Pecci per i bambini, inaugurate un trentennio fa da Bruno Munari.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news