LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Filiale del Mart a Verona, ora Sgarbi frena l’idea. E Sboarina lo invita a cena
Corriere del Trentino 28/12/2019

Trento. Sarà una cena a Castelvecchio, in gennaio, a decidere il futuro della collaborazione tra Vittorio Sgarbi, presidente del Mart di Rovereto, e il Comune di Verona. Una vicenda decisamente «spettacolare» che vive tra furibondi litigi, lettere di riappacificazione, nuove arrabbiature e repentine, quanto fragili tregue.

Tutto era cominciato nei mesi scorsi, con l’arrivo nell’ufficio del sindaco di Verona, Federico Sboarina, del vulcanico critico letterario affiancato dal patron di Eataly, Oscar Farinetti. All’uscita da quell’incontro, Sgarbi aveva preso tutti in contropiede, annunciando che proprio il Mart avrebbe aperto una sede staccata a Verona, all’interno della storica «ghiacciaia» nell’area degli ex Magazzini Generali. A quella riunione non era presente la Fondazione Cariverona, proprietaria della «ghiacciaia», ma l’impeto irrefrenabile di Sgarbi aveva fatto superare ogni incertezza. Poi, però, il patatrac.

Dopo una piacevole cena in riva all’Adige, Sgarbi si era infatti presentato a tarda ora all’ingresso del Museo di Castelvecchio, chiedendo di poterlo visitare. L’agente di guardia aveva chiesto istruzioni. E su indicazione della responsabile, la direttrice dei Musei civici, Francesca Rossi, le porte erano rimaste chiuse. Sgarbi aveva fatto un putiferio.

E aveva subito avvertito che lo «sgarbo a Sgarbi» avrebbe inclinato i rapporti tra il Mart e Verona. Seguirono messaggi di pace, scritti e verbali. Ma l’altro giorno, il vento è tornato a girare. E Sgarbi ha tuonato che dopo quanto successo in quella fatal serata, «mai e poi mai» il museo trentino aprirà una sede a Verona.

Il sindaco Sboarina si è messo subito all’opera per calmare nuovamente le acque, spiegando che «l’amicizia e la stima con Sgarbi valgono di più di un episodio oramai più che chiarito». Poi l’annuncio: «L’ho invitato a cena — spiega Sboarina — e ceneremo all’inizio del nuovo anno proprio a Castelvecchio per parlare con calma di molte cose, perché lui è sempre vicino alla nostra città, come testimoniano anche le sue recensioni alle nostre mostre».

Tornando all’episodio dello scorso settembre, il sindaco Sboarina aggiunge che «in occasione della sua visita a Castelvecchio c’è stata solo una naturale preoccupazione della direttrice Rossi sui sistemi di sicurezza, uno scrupolo che dimostra la sua dedizione ma che non era contro nessuno. Vittorio era infatti autorizzato da me — sottolinea — e siamo onorati che le mostre veronesi attirino il suo interesse».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news