LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Il boom turistico, la svolta culturale che serve
Piero Formica
Corriere del Veneto 2/1/2020

Con laumento vertiginoso dei viaggi internazionali a basso costo, nei primi nove mesi del 2019 si è registrato un boom del turismo in Veneto. Insieme a Verona, Venezia è stata ai vertici dellattrattività. Dopo lalta marea da record, nella città lagunare sono crollati gli arrivi in questultima parte dellanno. Il sindaco afferma che cè da cercare un equilibrio tra pochi e troppi turisti. Il presidente degli artigiani è fautore di un turismo di qualità. In effetti, la quantità non ha una qualità tutta sua. Lo scorso 9 agosto, il Financial Times scriveva che il turismo di massa non è una nuova sfida per Venezia o per altre città, ma per la Serenissima è un confronto più duro. Il quotidiano finanziario inglese metteva in risalto i dubbi sui benefici che i passeggeri delle grandi navi da crociera portano a Venezia: mentre la lobby delle crociere sostiene che essi iniettano 280 milioni di euro allanno nelleconomia locale, gli attivisti anti leviatani del mare sostengono che molti scelgono di mangiare e bere a bordo della loro nave, avventurandosi a terra solo per poche ore. È, allora, giunto il tempo di prestare attenzione a come salvaguardare la natura autentica della città dal turismo mordi-e-fuggi dei crocieristi. Ma non solo. Sono sotto esame le nuove disparità di reddito tra gli operatori che fanno col turismo affari e i loro addetti a bassa remunerazione; tra i proprietari di alloggi Airbnb e i residenti affittuari espulsi da Venezia.
Cè da guardare con attenzione alle misure correttive che intenderebbe prendere il Comune di Bologna per frenare il moltiplicarsi delle strutture ricettive, ricorrendo a un apposito decreto Unesco. In questo scenario, la quantità è ora alla ricerca della qualità che alza il valore sociale della città. Il futuro è nel turismo che sia il prodotto dellistruzione e della civilizzazione; un turismo per il migliore uso del tempo libero allo scopo di coltivare le arti e le scienze, e intrattenere relazioni sociali tra i residenti e i visitatori. Questa nuova età del turismo possono inaugurarla gli umanisti civici, promotori di uno stile di presenza momentanea a Venezia e nelle tante nostre città darte che premia la profondità e la tranquillità pensosa della visita rispetto alla valanga di sensazioni edonistiche oggi in offerta. Non basta essere soddisfatti delle proprie competenze e abilità nel tirare a sé una massa di visitatori. Ci si deve chiedere a che fine lo si fa. Se lambizione è di far soldi mettendo a repentaglio il ben-essere della città, allora a vincere sarà lavarizia e sconfitta la virtù. La potenza scatenata dal turismo va messa al servizio dellinnovazione del modo di pensare. Finora, con lesperienza maturata si è misurata la quantità di turisti. Se ci ritenessimo appagati tanto da insistere a percorrere la via imboccata, sbaglieremmo. Più si diventa esperti e famosi, più si è stupidi, diceva Einstein. È giunto il tempo di esplorare percorsi finora non battuti, alla scoperta di come produrre cultura per prendersi cura del nostro patrimonio artistico e storico. Dovremmo soffermarci sulla qualità delle parole usate per un turismo culturale, perché pochi discorsi sensibili attirano ascoltatori più di tante parole. Ecco perché è importante lacquisizione e lo sviluppo continuo dellempatia che porta con sé lapertura della mente, lapprezzamento di prospettive molto diverse dalle proprie, laccettazione delle diversità e, soprattutto, la comprensione dei bisogni e delle motivazioni altrui.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news