LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia: lappello di Mattarella. Tutela dellambiente cruciale
Monica Zicchiero
Corriere del Veneto 2/1/2020

Il sottosegretario Baretta: È una strategia per il futuro. Carraro: Occasione da prendere

VENEZIA. Mai prima dora Venezia era stata citata in un messaggio presidenziale di fine anno. Nel 1966, lanno dellacqua granda a 194 centimetri, Giuseppe Saragat parlò delle alluvioni di novembre che hanno funestato Regioni a tutti care e, in esse, centri di civiltà che sono patrimonio comune a tutti i popoli, senza menzionare Firenze o Venezia. Uno stilema classico dei discorsi quirinalizi del 31 dicembre, quello di restare sul concetto generale senza mai scendere sul terreno dellesempio puntuale, protocollo retorico che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha infranto a San Silvestro. Le scelte ambientali - ha detto la massima carica dello Stato - non sono soltanto una indispensabile difesa della natura nellinteresse delle generazioni future ma rappresentano anche unopportunità importante di sviluppo, di creazione di posti di lavoro, di connessione tra la ricerca scientifica e lindustria. Torniamo con il pensiero alle popolazioni delle città minacciate, come Venezia per sottolineare come il tema della tutela dellambiente sia fondamentale per il nostro Paese. I giovani lhanno capito. Venezia viene chiamata per nome: città esausta da due mesi da una impressionante serie di acque alte eccezionali, paradigma plastico dei danni che sta producendo il cambiamento climatico. Il messaggio politico è chiaro e il sindaco fucsia di centrodestra Luigi Brugnaro, che a maggio corre per la rielezione, lo ha ringraziato pubblicamente al concerto di Capodanno alla Fenice: Attorno alla musica, il Paese può ritrovare quella fiducia in se stessa sollecitata anche dal Presidente della Repubblica Mattarella durante il suo discorso di fine anno. Lo ringrazio pubblicamente per aver voluto citare Venezia.

Osserva il sottosegretario Pd allEconomia, Pierpaolo Baretta: Il presidente ha sempre avuto unattenzione particolare per Venezia. È un interlocutore cui spesso il sindaco si rivolge perché in Mattarella ha spesso trovato unudienza convinta. Lattenzione dei governi è stata alterna. Di quello guidato da Matteo Renzi si stanno spendendo i soldi del Patto per Venezia, il Conte-bis ha stanziato i primi 20 milioni per lemergenza dopo lacqua alta a 187 centimetri del 12 novembre e in parlamento la legge di Bilancio ha messo sul piatto 60 milioni. Inoltre a gennaio verrà riconvocato il Comitatone. La citazione di Venezia assume carattere simbolico ma moltiplica anche limpegno - continua Baretta - perché non parla solo della salvaguardia ma di una strategia per il futuro della quale Venezia è simbolo.

Il decennio si apre sotto il segno di una nuova coscienza ambientale. Parafrasando la Populorum Progressio di Paolo VI: il nuovo nome dello sviluppo è la pace, oggi potremmo dire: il nuovo nome dello sviluppo è la sostenibilità, che è una prospettiva non meramente ambientale ma anche economica, chiosa il sottosegretario. Diversa da quella mono-turistica che, dopo la sequenza di acque alte, è in affanno e sta mettendo in forse i posti di lavoro da camerieri negli alberghi. Ma se Venezia viene messa al centro dellattenzione del Paese da Mattarella, riflette il deputato Pd Nicola Pellicani, assume estrema rilevanza listituzione, proprio a Venezia, del Centro Internazionale sui Cambiamenti Climatici, dice, ricordando che a indicare la città come prima linea sul tema è stata anche la presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen.

Mattarella lha fatto in chiusura del 2019. Meglio tardi che mai riflette il docente di Economia Ambientale ed ex rettore di Ca Foscari, Carlo Carraro. Era ora che lItalia prendesse posizione. Se avevamo bisogno di unicona per rappresentare i pericoli del cambiamento climatico, Venezia è perfetta. Ed è molto interessante che non abbia fornito solo una lettura catastrofica: Mattarella ha additato lopportunità di innestare un nuovo sviluppo di modello economico. LEuropa ha fatto della lotta al cambiamento climatico il comune denominatore delle azioni e tutti gli investimenti spingeranno in quella direzione. È il momento giusto: se non lo facciamo adesso che cè unanimità di visione, stiamo perdendo lennesimo treno .



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news