LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cultura, la sfida delle 4 toscane per diventare Capitale italiana
Luca Lunedì
Corriere Fiorentino 4/1/2020

Per il 2021 in corsa Arezzo, Pisa, Volterra e forse Livorno. Vinca il migliore. Ognun per sé

Quattro candidate pronte a darsi battaglia per diventare Capitale italiana della cultura per il 2021. Arezzo, Livorno, Pisa e Volterra, in palio la gloria del titolo e un milione di euro destinato alla realizzazione del progetto scelto dalla giuria dei 7 esperti ministeriali. La pattuglia toscana mira a riportare nel granducato il titolo che fu di Pistoia nel 2017. Se la Puglia ne porta 7 al ballottaggio e lEmilia avanza 2 unioni dei Comuni, la Toscana si gioca 3 candidate nei pochi chilometri quadrati dellarea Pisorno. Non è detto tuttavia che tutte e quattro presentino entro il 2 marzo i dossier per la candidatura con i progetti definiti. Chi potrebbe fare un passo indietro è Livorno. Stiamo valutando come muoverci dice il sindaco Luca Salvetti Se partecipiamo lo facciamo per vincere e questo potrebbe essere in questo momento un aggravio eccessivo per la macchina comunale, dobbiamo valutare bene. Se candidatura sarà, la punta di diamante sarebbe la mostra di Modì che si appresta a superare le 40 mila presenze.

Molto più convinti i cugini pisani che sul carro della candidatura sono saliti allultimo momento ma che ora ci credono: Abbiamo le idee chiare e un dossier pronto, commenta lassessore alla cultura Pierpaolo Magnani che però sui contenuti è ancora reticente: È unidea che ho da anni. La narrazione sarà quella di uscire dal cerchio di Piazza dei Miracoli e di presentare un progetto volto a valorizzare tutte le piazze e il suo tessuto museale (dalle Antiche Navi a San Matteo). Sul derby con Volterra e Livorno vige il fair play: Vinca il migliore.

Più acuminato il commento del sindaco Giacomo Santi di Volterra: Noi siamo partiti per primi, da Pisa nessuno ci ha cercato, adesso ognuno va per la sua strada. Non sfugge che lassessore alla cultura di Volterra Dario Danti ricopriva la stessa carica proprio a Pisa. Il dossier volterrano verterà sullidea della bellezza che rigenera nessuno ha in così poco spazio il patrimonio culturale che abbiamo, a partire dalle recenti scoperte dellanfiteatro che stanno riscrivendo pagine di storia.

Arezzo guarda da lontano i tre vicini di casa scornarsi e punta su Guido dArezzo, Vasari e Piero della Francesca. La nostra fortezza può diventare un contenitore di arte contemporanea spiega il sindaco Alessandro Ghinelli e vogliamo riappropriarci del nostro patrimonio museale ora è gestito dal Polo museale toscano. Il nostro è un progetto che è partito dal 2015 e vedere altre città toscane in gara mi fa piacere, magari è loccasione per mettere tutte queste ricchezze in rete e presentare unofferta turistica alternativa a quella attuale troppo incentrata su Firenze.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news