LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bari. Acquisti online di antichità, denunciati 27 professionisti
Angela Balenzano
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 5/1/2020

Nel mirino medici e avvocati. I carabinieri: trovato un cannone del XVI secolo da 40 mila euro

BARI. Armi antiche, preziosi reperti archeologici e pezzi di antiquariato posseduti illegalmente e venduti su piattaforme online. Ventisette le persone denunciate, quasi tutti professionisti baresi (medici, avvocati e antiquari) dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari, diretti dal maggiore Giovanni Di Bella, allesito di una indagine durata sei mesi sulla compravendita e su aste di pezzi darte. Agli indagati vengono contestati i reati di ricettazione, impossessamento illecito di beni culturali e detenzione abusiva di armi antiche. Tra i beni sequestrati cè un cannone del XVI secolo del valore di circa 40 mila euro (è di preziosa fattura in bronzo), unarma in dotazione allesercito borbonico e unaltra alle truppe papali.

Lindividuazione dei preziosi reperti è stata possibile grazie a quello che è stato definito un pattugliamento telematico sia dei siti web specializzati nella compravendita di oggetti darte che di quelli relativi alla vendita di appartamenti e ville. In questo modo attraverso le foto pubblicate dai proprietari degli immobili, i carabinieri sono riusciti ad individuare le abitazioni in cui i reperti erano custoditi ed esposti in bella vista. Da qui una serie di perquisizioni in tutta la Puglia, ma soprattutto a Bari, che hanno permesso di recuperare 140 reperti archelogici risalenti tra il III ed il IV secolo, 200 frammenti (prevalentemente parti di corredi funerari provenienti da scavi clandestini e quasi del tutto integri) e 30 armi antiche.

È unoperazione iniziata circa sei mesi fa - spiega il maggiore Di Bella - con una pattuglia telematica sui siti che trattavano la compravendita di oggetti di antiquariato. La maggior parte del materiale sequestrato è frutto di scavo clandestino. La vendita on line - spiega ancora - funziona ormai per tutto, anche per i reperti archeologici con scambi tra privati. Il cannone, per esempio, di importante valore storico era stato venduto online ad una casa dasta e lo abbiamo recuperato a Torino, ma proveniva da Genova.

Gli oggetti sequestrati (di cui è stata stabilità lautenticità in seguito ad attività tecniche) saranno confiscati: alcuni pezzi finiranno nei musei italiani, mentre altri entreranno a far parte del Patrimonio culturale dello Stato .



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news