LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scempio di alberi, indagine su Ostia
V. Costantini
Corriere della Sera - Roma 7/1/2020


«Rilevate violazioni in merito al taglio degli alberi nella Pineta di Procoio». È la sintesi dell’informativa inviata dai carabinieri forestali alla Procura, che ha aperto un fascicolo sul disboscamento nel parco di Ostia. Il polmone verde è infatti da mesi al centro di esposti da parte dei cittadini, allarmati per l’abbattimento di centinaia di alberature. Si tratta di una fetta di bosco che ricade all’interno della Riserva naturale statale del Litorale romano, zone di massima protezione, sottoposte a numerosi vincoli. I lavori sono stati autorizzati per «la messa in sicurezza antincendio» dalle istituzioni preposte. Il committente dell’intervento è Camillo Aldobrandini.

«Rilevate violazioni in merito al taglio degli alberi nella Pineta di Procoio». È la sintesi dell’informativa inviata dai carabinieri forestali alla Procura di Roma, che ha aperto un fascicolo sul disboscamento in corso nel parco di Ostia. Il polmone verde a ridosso della città è infatti da mesi al centro di esposti da parte dei cittadini, allarmati per l’abbattimento di centinaia di alberature. Si tratta di una fetta di bosco che ricade all’interno della Riserva naturale statale del Litorale romano, zone di massima protezione, sottoposte a numerosi vincoli ambientali. I lavori iniziati in autunno sono stati autorizzati per «la messa in sicurezza antincendio» dalle istituzioni preposte (Ente Riserva, Comune, Città metropolitana); il committente dell’intervento è Camillo Aldobrandini, erede della nobile famiglia lidense e proprietario del bosco. I nulla osta in sintesi ci sarebbero, ma le criticità sono nell’esecuzione dei tagli in un’eco-sistema delicatissimo, habitat protetto per centinaia di specie vegetali e animali. A preoccupare i residenti, fin dall’arrivo delle ruspe, è stata la mancata vigilanza sul lavoro della Vodice Legnami, ditta operante nel parco molto frequentato. «Lo stiamo urlando da mesi, si tratta di uno scempio ambientale, tagli indiscriminati di pini senza alcun controllo – sottolinea Anna Catalani del comitato Salviamo la riserva di Procoio -. Non sappiamo quali e quante piante sono state abbattute, oppure se qualcuno ha pensato a tutelare gli animali del bosco, ne abbiamo trovati diversi senza vita». Gli esposti sulla «mattanza» si sono moltiplicati: l’ultimo lo ha presentato il consigliere lidense di Italia viva, Athos De Luca, che chiama in causa l’immobilismo di X Municipio e Comune. E i riscontri eseguiti dai carabinieri della forestale, hanno rilevato in effetti diverse violazioni. I risultati dei controlli avviati nella pineta – già nel fascicolo a disposizione dell’autorità giudiziaria – hanno evidenziato «difformità» tra il progetto presentato dai privati per la messa in sicurezza dell’area verde e la modalità di esecuzione dei lavori. In due parole: il taglio degli alberi è risultato irregolare in molti casi, un disboscamento forse eccessivo o male eseguito, che potrebbe costare denunce per i titolari del bosco e per la ditta. I reati ipotizzati, se la procura procederà, sono relativi alle violazioni delle norme paesaggistiche, perpetrate in zone per di più vincolate. Non si può escludere quindi a breve un blocco delle ruspe ancora operative. Il panorama a Procoio intanto è visivamente molto mutato: dove c’era fitta vegetazione, ora ci sono le strade create dai camion, enormi cataste di tronchi ovunque, operai di nazionalità diverse portano via ogni giorno quintali di legna. Per il Wwf Litorale laziale l’intervento nella pineta è stato «gestito abbastanza bene, sblocca la crescita del bosco e riduce il rischio di incendio»: un parere che risulta discordante rispetto a quelli degli esperti interpellati dal comitato. «Cantiere distruttivo» e tagli «a rischio schianto», è il giudizio dei consulenti in visita a Ostia, tra cui Bartolomeo Schirone, docente di botanica all’università della Tuscia, e il noto biologo Franco Tassi, direttore del Centro parchi internazionali, nonché fondatore e direttore per trent’anni del Parco nazionale d’Abruzzo.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news