LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Patrizia Sandretto Re Rebaudengo: La vera arte sia aperta a tutti
Alessandro Martini - Maurizio Francesconi
Corriere della Sera - Torino 16/1/2020

La sua Fondazione compie 25 anni e Patrizia Sandretto Re Rebaudengo si racconta e parla della grande passione e dellimpegno per il collezionismo. Un collezionismo spiega che sia accessibile e non autoreferenziale. Perché, sottolinea ancora, larte deve avere una ricaduta sul territorio e sulla gente. Nel suo libro Viaggi darte. Giro del mondo con 60 collezionisti, Patrizia Sandretto ha raccolto le interviste pubblicate dal 2014 a oggi sulla rivista How to Spend It e da lei realizzate con grandi collezionisti: il primo che ha intervistato è stato il greco Dakis Joannou.

Questanno compiamo 25 anni!. È con il suo inesauribile entusiasmo che Patrizia Sandretto Re Rebaudengo ci accoglie per chiacchierare della sua Fondazione, della passione (e dellimpegno) del collezionare e del suo nuovo libro. Sul collezionismo, e in particolare del suo ruolo sociale e della sua presenza nel mondo contemporaneo, Patrizia Sandretto ama riflettere e dei collezionisti ama parlare, e non da oggi.

Il suo impegno per un collezionismo che sia accessibile e non autoreferenziale, ci dice, risale a molti anni addietro. Nel 2014 è stata lei a proporre al ministro Franceschini la costituzione del Comitato Fondazioni Italiane Arte Contemporanea. Il ministro aveva rivolto un appello alla collaborazione con i privati, e io ho sempre creduto alla sinergia tra soggetti diversi. È stato naturale andare verso lassociazione tra 14 istituzioni private attive in Italia. Tra i pochi requisiti: avere una storia solida alle spalle e uno spazio aperto al pubblico. Patrizia Sandretto ha un interesse sopra tutti: larte e il suo valore di ricaduta sul territorio. Questa attenzione appare evidente anche nel libro Viaggi darte. Giro del mondo con 60 collezionisti (Il Sole 24 Ore, 184 pp. 25,00 euro), che raccoglie le interviste pubblicate dal 2014 a oggi sulla rivista How to Spend It e da lei realizzate con grandi collezionisti internazionali. Alcuni sono celeberrimi, altri pochissimo noti al grande pubblico. Ci tiene a sottolineare che tutti coloro che ho intervistato in questi cinque anni hanno deciso, ciascuno a proprio modo, di rendere fruibile la propria collezione. Chi attraverso una fondazione o un museo privato, chi aprendo la propria casa, chi attraverso il sostegno a grandi istituzioni. Ha raccontato collezionisti provenienti dai quattro angoli del globo, ciascuno a suo modo stimolante e con qualcosa da insegnare. È interessante la condivisione tra noi collezionisti, si scopre molto delle personalità e non solo dei gusti di ognuno. Il primo che ho intervistato è il greco Dakis Joannou, un uomo intelligente e curioso con una delle più belle collezioni esistenti. Famoso tra il grande pubblico per il suo yacht disegnato da Jeff Koons, Joannou di questultimo ha affermato: Se non lo avessi incontrato a New York, non sarei mai diventato un collezionista. E Jeff Koons (il cui Rabbit nel maggio del 2019 è stato battuto allasta da Christies per la cifra da capogiro di 91 milioni di dollari trasformandolo nellartista vivente più caro della storia) è proprio uno di quegli artisti blue-chip (cioè considerati un investimento sicuro) che sono ricorrenti in molte delle collezioni raccontate da Patrizia Sandretto. E gli artisti italiani? Alighiero Boetti, Giuseppe Penone (entrambi piemontesi), Lucio Fontana e Maurizio Cattelan piacciono molto a livello internazionale.

Viene da chiedersi che tipo di persone siano realmente i collezionisti. Patrizia Sandretto semplicemente (e ridendo) afferma: Siamo strani, ciascuno con unossessione di qualche tipo, ciascuno con una propria idea di collezionismo. Cè chi colleziona arte contemporanea, chi moderna, chi antica. Cè lo svizzero Uli Sigg (la cui collezione sarà protagonista al Castello di Rivoli, dal 24 febbraio), oggi il maggiore collezionista di arte contemporanea cinese. Ci sono i francesi Sylvain e Dominique Levy che hanno un numero definito di opere (350: per ognuna acquistata, unaltra deve essere venduta), accessibili online in un museo virtuale. Cè il cinese Michael Xufu Huang che ha comprato la sua prima opera a 16 anni e a 20 ha co-fondato il museo M Woods di Pechino.

Intanto la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo compie un quarto di secolo, unintera generazione... Dobbiamo pensare ai progetti per i prossimi 25 anni. Quali? Lattività nella sede torinese è fitta, si parla da tempo di un nuovo spazio Madrid, lanno scorso è rientrato in attività Palazzo Re Rebaudengo di Guarene (dove il 23 maggio verrà presentata la mostra conclusiva della Residenza per giovani curatori stranieri). Patrizia Sandretto ha spesso stupito e ci aspettiamo che lo faccia ancora. Ha un modello a cui si ispira, una figura del passato che avrebbe desiderato intervistare? Certo! È Peggy Guggenheim. Mi sento in qualche modo vicina a lei. Sapete che un giorno la principessa Pignatelli le disse Se solo tu gettassi tutti quegli orribili quadri nel Canal Grande, avresti la più bella casa di Venezia?. Mi sono spesso sentita dire frasi simili Ma avrei voluto intervistare anche tutte quelle donne che hanno permesso lapertura dei grandi musei americani, da Isabella Stewart Gardner a Gertrude Vanderbilt Whitney. Sono moltissime. Pensateci, dietro ogni grande museo americano cè una donna.



news

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

05-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 aprile 2020

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

Archivio news