LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Accademia di Brera. Raddoppio e autonomia
Sara Bettoni
Corriere della Sera - Milano 22/1/2020

Il traguardo di «un’autonomia istituzionale», l’espansione allo scalo Farini e a Segrate. L’Accademia di Brera guarda al futuro e allarga gli orizzonti. Procede l’iter per portare gli studenti all’ex scalo ferroviario. Fs sistemi Urbani ha iniziato le necessarie procedure di bonifica sull’area: l’intervento durerà circa un anno.Tra febbraio e marzo si vedranno i primi cantieri. L’idea è quella di accorpare i corsi di Brera 2 di viale Marche e la scuola di restauro.
Il traguardo di «un’autonomia istituzionale», l’espansione allo scalo Farini e a Segrate. L’Accademia di Brera guarda al futuro e allarga gli orizzonti. Procede l’iter per portare gli studenti all’ex scalo ferroviario. Nell’autunno del 2019 è stato firmato un accordo tra Politecnico e Accademia per lo sviluppo del progetto. Fs sistemi urbani ha iniziato le necessarie procedure di bonifica sull’area: l’intervento durerà circa un anno. E a breve, tra febbraio e marzo, si inizieranno a vedere le prime impalcature per i cantieri. L’idea è quella di accorpare i corsi di Brera 2 di viale Marche e anche la scuola di restauro che è nella sede di Arcore. Inoltre è prevista la realizzazione di residenze per gli studenti, di cui tutti gli atenei hanno bisogno e Brera ancor di più, visto che circa un quarto degli iscritti proviene dall’estero. «Siamo grati alle Ferrovie dello Stato e al Comune — dice la presidente Livia Pomodoro — per aver compreso come l’opzione per un campus delle Arti per Brera rappresenti una continuità non solo ideale con la funzione originaria dello scalo. Al contrario, può interpretare un ruolo di relazione vitale per la città e la regione, un nucleo propulsivo di energia».

Ma l’espansione segue anche un’altra direttrice. Già a Natale la Cascina Ovi a Segrate ha ospitato una mostra dedicata alla Natività, che ha avuto come protagonisti tredici allievi della Scuola di Pittura. Dal prossimo mese di marzo la cascina recentemente restaurata accoglierà inoltre le lezioni della Scuola di scultura con i corsi di fonderia e ceramica. Tre poli quindi, la sede storica, Farini e Segrate, per realizzare una Brera dal respiro metropolitano. In quest’ottica, la collaborazione col Politecnico è preziosa. Così come l’ateneo di piazza Leonardo ha saputo espandersi e rigenerare la Bovisa, allo stesso modo Brera intende fare con i quartieri in cui prenderà casa.

I piani dell’Accademia però vanno oltre. «La mia ambizione — dice Pomodoro —, dopo aver avviato a soluzione il tema trentennale delle sedi, è un’altra. Il desiderio è far sì che l’Accademia goda di una sua autonomia istituzionale». Un passaggio che si potrà concretizzare in «una vera e fattuale nuova governance di Brera, correlata a una più consapevole responsabilità e a un maggior impegno di tutti coloro che ne fanno parte».

Con l’autonomia la presidente intende aprire a «innovative collaborazioni esterne» a vantaggio degli studenti. Già all’inaugurazione dell’anno accademico 2019 il direttore Giovanni Iovane aveva insistito su questo punto, ricordando che «l’accademia è nel sistema Afam e segue le regole della pubblica amministrazione, non ha ancora l’autonomia delle università», con la conseguenza di una montagna di burocrazia ad ostacolare le varie attività.

Oggi l’Accademia conta più di 300 docenti (189 in organico, 175 a contratto), 4.657 iscritti di cui 1.159 provenienti da 60 Paesi europei ed extra europei, in particolare dalla Cina e dall’Iran. È l’istituzione universitaria che vanta uno dei più alti tassi di internazionalizzazione (33 per cento) e conta 140 convenzioni Erasmus con Stati all’interno dell’Europa e nove partnership con Paesi in altri continenti. Lo sviluppo in nuove aree senza dover abbandonare la sede storica risponde all’esigenza di maggiori spazi per gli studenti, coi quali «dar vita a una grande comunità di artisti».





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news