LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Per salvare il Valentino si parte dall’orto botanico
Giulia Ricci
Corriere della Sera - Torino 22/1/2020

Un patto cittadino per rilanciare l’orto botanico del Valentino. È l’appello che arriva dalla direttrice Cristina Siniscalco e dalla coordinatrice alla Cultura della Circoscrizione Otto, Paola Parmentola: «I torinesi ci aiutino a finanziare la nuova cancellata». Ora, infatti, a delimitare l’orto è solo una lamiera da cantiere, brutta da vedere e che svaluta lo spazio dandogli un’area dimessa. Una raccolta fondi aiuterà a costruire la cancellata.

Un patto cittadino per rilanciare l’Orto Botanico del Valentino. È l’appello che arriva dalla direttrice Cristina Siniscalco e dalla coordinatrice alla Cultura della Circoscrizione Otto, Paola Parmentola: «I torinesi ci aiutino a finanziare la nuova cancellata».

Venerdì la Consulta per la valorizzazione dei beni artistici della Soprintendenza farà un sopralluogo nel gioiello voluto — nel 1729 da Vittorio Amedeo II di Savoia — per decidere se cofinanziare una parte dei lavori utili alla realizzazione di una nuova recinzione. Ora, infatti, a delimitare l’Orto è solo una lamiera da cantiere, brutta da vedere e che svaluta lo spazio dandogli un’area dimessa, nascondendo le centinaia di specie contenute al suo interno, divise tra il boschetto, l’alpineto, il giardino con i suoi alberi monumentali e le serre tropicali, delle succulente e delle piante del Sud Africa. «Il progetto, firmato dallo studio di architetti Isola e associati, è già nelle mani della Soprintendenza: ora servono i fondi», spiega Siniscalco. Totale, circa 400 mila euro, una cifra che è aumentata anche per la necessità di ricostruire una parte del muretto che regge la cancellata. Una parte potrebbe essere finanziata dalla Consulta stessa, e sul progetto è anche già arrivato l’interesse della Compagnia di San Paolo. «Ci piacerebbe — continua la direttrice — ci fosse un concorso di diversi enti per il finanziamento. Si potrebbe iniziare anche facendo la prima metà, quella più visibile, che parte da viale Mattioli e arriva all’arco, e poi in un secondo momento la cancellata lungo il Po, ora coperta da molti arbusti».

Ma, oltre alle fondazioni, l’idea è lanciare l’appello a tutta la Città: «La Circoscrizione, si sa, non ha molte risorse — spiega Parmentola — ma allora perché non chiedere aiuto a tutto il quartiere e tutti coloro che amano il Valentino? Ecco perché ci attiveremo presto con iniziative e il lancio di un crowdfunding per riuscire ad avere i fondi per un gioiello che vive all’interno del parco».

L’Orto fa 20 mila visitatori l’anno, ma una nuova cancellata sarebbe un biglietto da visita per i turisti e i torinesi che non lo conoscono: «Mentre i locali chiudono — conclude Siniscalco — sarebbe un motivo di rilancio per il Valentino. Noi siamo sempre lì, tutti i giorni dal lunedì alla domenica, come presidio del parco. La partecipazione di vari enti, ma anche dei cittadini torinesi, sarebbe un bel gesto, sull’esempio di ciò che già stanno facendo altri Orti in giro per l’Italia: anche piccole cifre sarebbero un segnale di quanto la gente lo senta come suo, come bene di tutta la comunità».

Una boccata d’ossigeno per il parco più importante e simbolico di Torino, ma con i più grandi problemi.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news