LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Tram, sì dell’Unesco a Nardella
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino 25/1/2020

«Seguite le nostre linee, a Firenze miglioramenti anche su taxi elettrici e bike sharing»

«Avanti così». Potrebbe suonare in questo modo il «giudizio positivo» arrivato dai tecnici Unesco e dell’Icomos (l’associazione legata all’agenzia dell’Onu per la conservazione e la protezione del patrimonio culturale) sulle scelte per la mobilità fiorentina, a partire dalla tramvia. Il sindaco Dario Nardella, con l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, riportano il giudizio positivo in una nota dopo l’incontro con i vertici Unesco a Parigi.

Ma cosa vuole dire? «Non è solo un giudizio politico, è un giudizio molto positivo sul piano tecnico da parte degli uffici dell’agenzia sul piano di gestione Unesco di Firenze e nello specifico degli aspetti che riguardano la tramvia, la mobilità elettrica, la gestione della nuove forme di mobilità — spiega Sacchi — La valutazione è arrivata a seguito della visita di Icomos in città».

Nel documento, consegnato a Palazzo Vecchio, nel capitolo «Progressi fatti nella implementazione dei trasporti pubblici», i tecnici segnalano «tramvie, taxi elettrici e bike sharing» e confermano che «sono state seguite le linee guida» date nel 2017 da Icomos e Unesco, spiega Sacchi leggendo gli stessi documenti. Tre indicazioni importanti, che fanno tirare un sospiro di sollievo al sindaco: almeno da Parigi non arrivano colpi al futuro della tramvia. Ma dall’Unesco arrivano anche altre novità. La prima è l’impegno dell’agenzia delle Nazioni Unite a collaborare per le celebrazioni dantesche. Un impegno annunciato nel corso dell’incontro di Nardella e Sacchi con la direttrice generale Audrey Azoulay, alla presenza dell’ambasciatore presso l’Unesco Massimo Riccardo, e di Ernesto Ottone Ramirez, sottosegretario generale dell’organizzazione. «La direttrice ha apprezzato l’annuncio del governo italiano di far nascere a Firenze un Museo della Lingua italiana. Il sindaco, ringraziando la direttrice per aver incluso Dante nell’agenda culturale dell’Unesco, ha proposto che Firenze organizzi a Parigi, presso la sede dell’organizzazione internazionale, la mostra di un’opera d’arte simbolica e un momento di riflessione sull’opera del Poeta», si legge nella nota diramata da Palazzo Vecchio. «L’idea che abbiamo portato con il sindaco — spiega Sacchi — è di fare una ricerca nel patrimonio pubblico dei musei civici, e di proporre un prestito per una mostra importante nel 2021». C’è anche una scommessa, quella di Firenze, che si è proposta di ospitare un summit internazionale per il 50esimo anniversario della Convenzione per la protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale nel 2022 (stessa data del 40esimo anniversario di Firenze patrimonio mondiale). E l’impegno dell’Unesco di dare risalto al tema dell’overtourism nelle città d’arte, su cui Nardella ha ribadito l’esigenza di nuove norme europee e di più poteri ai sindaci per arginare il fenomeno.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news