LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vicenza. Aspettando Veronese 2020, iniziative collegate al restauro della Cena di Paolo Veronese
Vicenza più, 31/01/2020

Entrano nel vivo le iniziative collegate al restauro della monumentale Cena di san Gregorio Magno, la tela di Paolo Veronese custodita nel refettorio del Santuario di Monte Berico a Vicenza.
Da febbraio a giugno saranno numerose le attività di approfondimento a cura dellassessorato alla cultura del Comune di Vicenza, proprietario della tela oltre che della chiesa dove è conservata, di Intesa Sanpaolo e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Verona, Rovigo e Vicenza.
Il fitto calendario di Aspettando Veronese 2020 comprenderà visite guidate al cantiere di restauro, incontri di approfondimento, percorsi didattici per le scuole e happening musicali, attività che saranno a partecipazione gratuita grazie a Intesa Sanpaolo che ha scelto di sostenere il grande progetto di restauro del capolavoro di Veronese in occasione dei 30 anni di Restituzioni, programma avviato nel 1989 a Vicenza attraverso il quale sono state restaurate 1500 opere del patrimonio pubblico del Paese.

Le iniziative sono state presentate oggi dallassessore alla cultura Simona Siotto, dal priore della comunità dei Servi di Maria e rettore del Santuario di Monte Berico padre Carlo Rossato, da Silvia Foschi, Responsabile Patrimonio storico artistico e attività culturali Intesa Sanpaolo, da Elena Milan, vicedirettore Gallerie dItalia Palazzo Leoni Montanari, e dalla restauratrice Valentina Piovan.

La città di Vicenza sta offrendo momenti di grande cultura ha commentato il sindaco Francesco Rucco, che non ha potuto essere presente oggi e anche questa iniziativa va nella direzione di coinvolgere il più possibile i cittadini verso larte in tutte le sue forme. Abbiamo la fortuna di avere luoghi che ospitano opere straordinarie come la monumentale Cena di san Gregorio Magno nel refettorio della Basilica di Monte Berico e mi sembra un gesto doveroso quello di dare la possibilità a tutti di ammirare le fasi del restauro e di conoscere la storia del grande artista Paolo Veronese. Un passo importante verso il Rinascimento che sarà il tema portante della prossima mostra in Basilica Palladiana, dopo Ritratto di donna.

La preziosa collaborazione con Intesa Sanpaolo, che ci offre lopportunità di restaurare unopera così importante come la tela di Veronese conservata a Monte Berico, ci consente di sviluppare una serie di attività rivolte a coloro che vogliono approfondire la conoscenza del pittore veneto noto per le sue opere a soggetto religioso, come nel nostro caso, oltre che per quelle a tema mitologico ha spiegato lassessore alla cultura Simona Siotto -. Saranno numerosi gli spunti offerti che consentiranno di calarsi nel suo secolo, il Cinquecento, comprendendo affinità e differenze tra lui e i suoi altrettanto noti contemporanei, come Tiziano e Tintoretto, oltre che approfondire il rapporto con Palladio. Gli appassionati di storia dellarte non potranno perdere le visite al cantiere di restauro che consentirà di comprendere la difficoltà dellintervento. Inoltre un calendario di concerti calerà i partecipanti direttamente nel Rinascimento e nel Barocco. Infine sono state riservate proposte anche alle scuole che potranno partecipare ai percorsi didattici allinterno dei musei cittadini, tra cui Palazzo Chiericati e il Museo del Risorgimento e della Resistenza.

Progetto nato a Vicenza nel 1989 con una formula di collaborazione tra pubblico e privato che, col senno di poi, possiamo definire pionieristica e lungimirante, dopo ben 30 anni di attività e raggiunta oggi la dimensione nazionale, Restituzioni vuole essere una risposta efficace al tema della salvaguardia del patrimonio artistico del Paese è intervenuta Silvia Foschi, Responsabile Patrimonio storico artistico e attività culturali Intesa Sanpaolo -. Se è vero che la conoscenza del territorio in cui viviamo passa attraverso la comprensione delle opere darte che vi sono state prodotte o che vi sono conservate, è altrettanto vero che questi segni delluomo, espressioni della sua più alta dimensione immateriale, prendono forma nella materia, che è intrinsecamente fragile. Restaurare significa, quindi, restituire. E restituire comporta, per la collettività, un senso di appartenenza recuperata, la possibilità di riappropriarsi di qualcosa che si andava perdendo. Ogni recupero è un pezzo didentità sfilacciata che si ricostituisce, senza lambizione di annullare la fragilità materiale di unopera darte, ma in difesa del suo più elevato significato.

Ogni intervento di Progetto Cultura, il piano triennale delle attività della Banca in campo artistico e culturale è arricchito da una serie di iniziative collaterali ed approfondimenti che viene naturale ospitare nelle Gallerie dItalia, che intendono diventare sempre più uno spazio aperto al confronto e, al dibattito culturale ha spiegato Elena Milan, vicedirettore Gallerie dItalia Palazzo Leoni Montanari -. In oltre ventanni di vita e di impegno nellarte e nella cultura a Vicenza, le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari sono diventate un luogo di riferimento della città, grazie alla realizzazione di iniziative promosse anche in partnership con istituzioni locali, nazionali e straniere. Il programma di attività presentato oggi per accompagnare la campagna di restauro della straordinaria opera del Veronese è la testimonianza di questa sinergia.

Per scoprire da vicino lorigine, il significato e i retroscena di una delle più significative opere di Veronese, dal 7 marzo sarà possibile partecipare alle visite guidate al cantiere di restauro (a cura dellAssociazione Guide Turistiche Autorizzate) che verranno proposte ogni primo sabato del mese, da marzo a giugno, e dureranno 45 minuti. E obbligatoria la prenotazione ed è già possibile scegliere la giorno (7 marzo, 4 aprile, 2 maggio, 6 giugno) e orario (10, 11, 15, 16)inviando una mail a vicenzatourguide@gmail.com.

Sabato 8 febbraio, le visite al cantiere saranno anticipate dallavvio di un ciclo di sette incontri di approfondimento Luci sul Veronese che vedrà studiosi e restauratori confrontarsi alla scoperta dellopera, dellartista e del contesto rinascimentale in cui si colloca il capolavoro veronesiano. Gli appuntamenti si terranno a Palazzo Chiericati, allAuditorium Missioni a Monte Berico (viale Cialdini, 2) e alle Gallerie dItalia Palazzo Leoni Montanari.

Tre happening musicali, in aprile, maggio e giugno, con strumenti e arie rinascimentali saranno proposti alle Gallerie dItalia Palazzo Leoni Montanari in collaborazione con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Musica Arrigo Pedrollo di Vicenza.

Infine, grande attenzione al mondo della scuola che, fino a giugno, sarà invitato a partecipare a percorsi didattici rivolti agli alunni delle primarie e secondarie, a cura dei servizi educativi delle Gallerie dItalia Palazzo Leoni Montanari e dellAssociazione Ardea. I percorsi si svolgeranno a Palazzo Leoni Montanari, a Palazzo Chiericati, al Museo del Risorgimento e della Resistenza e nel Santuario di Monte Berico.


Il restauro

Il restauro della Cena di san Gregorio Magno ha preso avvio nel settembre del 2019, condotto dalla ditta Valentina Piovan con la collaborazione dellOpificio delle Pietre Dure e lalta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Verona, Rovigo e Vicenza. Il restauro terminerà nel 2021.

Ad oggi si sono concluse le prime indagini diagnostiche preliminari della tela a cura della Soprintendenza ed è stato effettuato lo stacco dellopera dalla parete per consentire le operazioni di controllo conservativo del supporto. Da metà gennaio è iniziata la rimozione della vernice e dei ritocchi risalenti al restauro del 1973 di Antonio Lazzarin, come previsto dal progetto approvato dalla medesima Soprintendenza.

Lopera è in fase di studio sia da un punto di vista storico-conservativo attraverso il controllo delle fonti documentarie, iconografiche e il confronto con altre opere dellautore, sia da un punto di vista scientifico con la verifica puntuale attraverso indagini chimiche e fisiche di supporto allintervento di restauro.

https://www.vicenzapiu.com/leggi/aspettando-veronese-2020-iniziative-collegate-al-restauro-della-cena-di-paolo-veronese/


news

21-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news