LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Quei libri sul marciapiede abbandonati dalla scuola. La rivolta di bimbi e genitori
Elisabetta Andreis
Corriere della Sera 4/2/2020

Milano, la materna non riusciva più a gestire la biblioteca
Messaggio brutto per i nostri figli. In unora sono stati raccolti

Centinaia di libri ammassati sul marciapiede di fianco al bidone dellimmondizia, vicino allingresso di una scuola materna. Volumi di ogni argomento e fattezza, colorati, per lo più in buone condizioni. Eppure destinati al macero. A depositarli lì era stato lo stesso asilo, che non riusciva a gestire una biblioteca con quel materiale. Qualcuno aveva quindi pensato di sgomberare gli scaffali e chiamato lAmsa perché passasse a raccogliere la montagna di carta da smaltire. Ma non aveva fatto i conti con i bambini che in quella scuola sono cresciuti ed evidentemente molto ben educati. Quando ieri mattina si è parato davanti ai loro occhi il desolante spettacolo libri abbandonati per strada, come se non avessero un valore , loro hanno detto no. La piccola rivolta ha finito per coinvolgere anche gli alunni e genitori della vicina primaria. In unora, con il passaparola, in tantissimi sono accorsi e hanno fatto a gara per prendere i volumi e portarseli a casa, da leggere. La massa critica e dazione, come si è autodefinito con ironia il gruppo improvvisato, è riuscita ad anticipare lAmsa: quando il furgoncino della monnezza è arrivato, sul marciapiede non ha trovato quasi più niente.

Alla scuola materna Guicciardi, nel quartiere Dergano/Bovisa, ieri ne parlavano un po tutti, ed è stata anche una lezione di vita. Otto sezioni per circa 200 bambini, molti italiani di seconda generazione. Tutti con in testa un concetto chiaro: la cultura di carta non è una cosa vecchia, da rottamare sottolinea Fabrizio Montesanto, papà e socio di un locale vicino, Mamuska, dove si promuove il bookcrossing . I libri restano supporti preziosi, simbolo da preservare anche con i nativi digitali. Racconta una mamma, Michela Finizio: Accompagnavo mio figlio a scuola, si è girato verso di me incredulo, quasi spaventato. Cosa diavolo ci facevano, abbandonati per strada? Non ha neanche cinque anni ma ha subito capito che non era giusto. È stata unimmagine brutta, un messaggio diseducativo.

Lindagine

Il Comune annuncia unindagine interna: I volumi che non servono a un istituto devono essere messi a disposizione di altri, non buttati

La responsabile Maria Stella Brenna, reduce da qualche giorno di malattia, non ne sapeva nulla mentre lassessore allEducazione Laura Galimberti annuncia unindagine interna e sottolinea: La policy del Comune di Milano va in senso assolutamente contrario. I libri che non servono a un istituto devono essere messi a disposizione di altre scuole e delle famiglie, certo non buttati dice . In questo caso la risposta della comunità scolastica di fronte a un gesto così leggero, frutto probabilmente di un fraintendimento, è stata forte e immediata. Alcuni genitori ricordano la scena del film Fahrenheit 451 di François Truffaut dove i libri vengono bruciati tutti, senza distinzione, perché considerati residui del passato da eliminare il più in fretta possibile. Quello che è successo è un paradosso per due motivi insiste Finizio . Primo, proprio in questa scuola le maestre sono particolarmente attente a evitare lo spreco, educano alla necessità di buttare via il meno possibile. Secondo, quante volte hanno chiesto a noi famiglie di portare da casa libri da lasciare in classe? Quello che è successo non si spiega.

Lo sconcerto viene anche dalla biblioteca di quartiere, quella di via Baldinucci, che ha riaperto due mesi fa, dopo un anno e mezzo di lavori di ristrutturazione, e già ha recuperato 250 clienti al giorno, in particolare bambini che vengono a leggere o prendere i libri in prestito. Nessuno ci ha chiesto se potevano servirci. Li avremmo selezionati e presi con gioia, dice la responsabile Monica Achille. Sempre lì nel quartiere, vicino a piazzale Maciachini, sta per aprire una piccola biblioteca condominiale, per iniziativa degli stessi residenti. Sospira Achille: Tutti quei libri avrebbero fatto comodo anche a loro.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news