LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Un aiuto subito» a Venezia. I 900 mila euro al sindaco
Francesco Bottazzo
Corriere della Sera 5/2/2020

I fondi raccolti dal «Corriere» e dal Tg di La7 destinati a Pellestrina

VENEZIA. «Una risposta concreta dopo ottantaquattro giorni dalla tragica notte dell’Acqua granda», dice il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. L’isola di Pellestrina, un lembo di terra che divide la laguna dal mare, è rimasta sott’acqua per ventiquattro ore ininterrotte, con la marea che ha superato il muro che la protegge invadendo cucine e camere da letto, distruggendo quello che ha trovato davanti.

«Qui la marea è andata ben oltre il metro e ottantaquattro centimetri di Venezia, siamo arrivati a superare i due metri, guardate — mostra uno degli abitanti — c’è ancora il segno sulle porte e sulle finestre delle case». Un’isola in ginocchio per giorni, che rischia di rivivere ancora gli stessi tragici momenti ogni qual volta la marea supera il metro e sessanta.

L’aiuto concreto è quello che è arrivato dai lettori del Corriere della Sera e dai telespettatori del Tg di La7 che hanno partecipato alla sottoscrizione promossa dalle due testate a sostegno della città, dopo l’alta marea eccezionale che ha colpito Venezia il 12 novembre scorso. Novecentomila euro, che ieri mattina il direttore del Corriere Luciano Fontana, del Tg di La7 Enrico Montana e del Corriere del Veneto Alessandro Russello hanno consegnato simbolicamente al sindaco.

«Grazie alla generosità degli italiani garantiamo la sicurezza in caso di emergenza a Pellestrina», ha sottolineato Luigi Brugnaro. I fondi raccolti sono serviti per comprare dieci nuove pompe mobili e sedici generatori che permetteranno a tecnici e operai in caso di emergenza di liberare le case, ma anche le calli, dall’acqua che arriva dalla laguna o risale dalle caditoie.

Perché quelle fisse, distribuite in tutta l’isola, non sempre sono sufficienti a proteggerla: a volte la forza dell’acqua (anche quella degli acquazzoni) è troppo forte, altre ancora non riescono a funzionare al meglio perché hanno bisogno di manutenzione continua.

Il commissario straordinario nominato dal governo per l’acqua alta (il sindaco Brugnaro) può intervenire per l’emergenza, non per la normale programmazione degli interventi, altrettanto importanti. E qui sono intervenuti lettori e telespettatori: «Un intervento utile alla vita quotidiana delle persone di un lembo di Venezia poco conosciuto, bellissimo da scoprire, ma che ha bisogno di protezione dalle situazioni complicate», spiega il direttore Fontana. «Abbiamo scelto Pellestrina perché aveva già pagato nell’Acqua granda del 1966 e ha duramente sofferto un’altra volta pur non essendo sotto i riflettori come San Marco, qui la gente ha aiutato la gente», aggiunge Enrico Mentana.

Il prossimo passo è ricostruire (dove è stato distrutto) e alzare (nei tre chilometri del centro abitato) il muro che protegge l’isola.




news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news