LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Cavallerizza, l’asta parte da 10 milioni
Paolo Coccorese
Corriere della Sera - Torino 5/2/2020

Il Comune ha un mese di tempo per decidere il futuro della Cavallerizza. Per l’inizio di febbraio, la sindaca Appendino è chiamata a esprimere un giudizio sulla manifestazione di interesse trasmessa lunedì da Cdp Investimenti Sgr. È la società del gruppo Cassa depositi e prestiti che gestisce il fondo immobiliare per la valorizzazione (Fiv). Quello, per intenderci, che ha già in portafoglio una metà dell’isolato di via Verdi e ha firmato l’atto formale con cui una cordata — nella quale svetta la Compagnia di San Paolo — ha mosso il primo passo verso il rilancio del complesso tutelato dall’Unesco. Un’operazione che coinvolgerà anche gli edifici cartolarizzati dalla Città per cui si annuncia una vendita milionaria. Le quotazioni sono ancora da decidere, ma la trattativa potrebbe prevedere dei valori più bassi da quelli preventivati in passato.

Nell’ufficializzare la manifestazione di interesse, Cdp annuncia: «Tutti i soggetti coinvolti stanno elaborando una proposta condivisa di riuso della Cavallerizza Reale da sottoporre all’approvazione dei rispettivi organi deliberanti. Proposta propedeutica alla formulazione, da parte di uno o più dei soggetti pubblici e privati coinvolti, di un’offerta di acquisto del cosiddetto “Lotto 1” di proprietà Cct (la società di cartolarizzazione del Comune, ndr) Manica del Mosca, dalle Pagliere e dai piani superiori dei fabbricati della Corte delle Guardie».

Ricevuto il masterplan da Cdp e (quasi) assodato il suo parere positivo, il Comune dovrà comunicare come intende imbastire la vendita. Per legge, l’Amministrazione è obbligata a una procedura di evidenza pubblica con può prevedere anche una trattativa privata. Insomma, il Comune è chiamato a fissare un prezzo di vendita dei tre edifici di via Verdi (esclusa la Zecca) presenti portafoglio di Cct. Compresa la Manica del Mosca dove la Compagnia di San Paolo ha intenzione di spostare la sua sede.

Per questo motivo, il rilancio della Cavallerizza dipenderà dalla nuova quotazione del «lotto 1». Il punto di partenza ideale è il prezzo del 2009: 11.474.000 euro, a cui bisogna stornare un milione che il Comune ha speso per riacquistare il Maneggio Alfieriano. Un «valore minimo di alienazione» che rischia di essere fuori mercato. Negli anni è andata deserta per ben tre volte l’asta per vendere il complesso della Cavallerizza. Una sorpresa? Non per il Politecnico che quasi dieci anni fa aveva stilato una perizia (firmata dal professore Riccardo Ruscelli) che abbassa il valore del complesso dell’Unesco a 9.752.900 euro. «Si è applicato un coefficiente di deprezzamento, pari al 15 per cento, che tiene conto sinteticamente sia di uno specifico “rischio urbanistico”, sia di un “effetto scala”», si legge nel documento che, però, è stato cestinato dall’allora sindaco Chiamparino intenzionato a vendere la proprietà del Comune allo stesso prezzo con cui l’aveva acquistata dal Demanio.

Oggi la Compagnia di San Paolo ha preventivato di spendere — come si legge in un report interno — 10.100.000 euro per acquistare la Manica del Mosca, le Pagliere e la Corte delle Guardie. Una stima (poco) più bassa di quella preventivata. Difficile che arrivino offerte concorrenti. Ma non si può tirare troppo sul prezzo. Altrimenti si rischia di alimentare le polemiche del M5S contrario al trasferimento del quartier generale della Compagnia in Cavallerizza.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news