LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La sfida di Procida. In lizza come capitale della cultura
Fabrizio Geremicca
Corriere del Mezzogiorno - Campania 5/2/2020

Agostino Riitano, dopo l’anno di Matera, è al lavoro per l’isola di Arturo: «Tre aree tematiche e partecipazione dal basso»

Si ispira ai mosaici cosmateschi introdotti nell’arte decorativa dell’Europa nel XII secolo il logo che è stato realizzato da Paolo Altieri, cinquantacinquenne designer marchigiano che vive e lavora a Napoli, per accompagnare la sfida di Procida verso il traguardo di Capitale italiana della Cultura per il 2021.

«Il disegno – ha detto ieri durante la presentazione della candidatura che si è svolta a Napoli, nella sede della Città Metropolitana — si propone di esprimere l’idea di una isola al centro di un ecosistema costituito da altri luoghi importanti, da valori culturali,da un flusso costante di pensieri ed energie. È un segno, stabile e dinamico allo stesso tempo, che si appoggia ad elementi cromatici differenti. Ho scelto di fare riferimento agli antichi mosaici perché quella fu una idea diffusiva forte, che si sviluppò ad Anagni e che si ritroverà poi in ogni parte d’Europa, dalla cattedrale di Salerno a quella di Westminster». Altieri ha lavorato al logo per circa tre settimane. Se davvero la sua idea avrà portato fortuna all’isola di Arturo lo si saprà abbastanza presto perché la decisione finale del ministero dei Beni Culturali su quale sarà nel 2021 la Capitale italiana della Cultura potrebbe arrivare entro fine giugno.

I prossimi mesi, va da sé, saranno fitti di impegni e scadenze per la squadra che dovrà sostenere le ragioni procidane. Entro il due marzo bisognerà presentare al Mibac il dossier di sostegno della candidatura. Sessanta pagine al massimo da redigere – la burocrazia sa raggiungere livelli di minuzia e di perfidia ogni volta sorprendenti – in Times New Roman e con interlinea uno virgola cinque. Entro il 10 aprile, poi, la commissione degli esperti del ministro Franceschini sceglierà tra le oltre quaranta candidature che dovrebbero arrivare quali saranno le dieci più meritevoli di passare alla seconda fase.

I prescelti andranno a Roma a perorare ciascuno la propria causa. In sessanta minuti ogni comitato promotore dovrà convincere i commissari che la sua proposta è la migliore. Mezz’ora di esposizione e mezz’ora di risposta alle domande dei saggi di Franceschini. Entro il 30 giugno, si diceva, dovrebbe arrivare il responso finale. La sfida di Procida, dunque, è difficile ed è appena agli inizi. Conforta tutti, però, a cominciare dal sindaco Dino Ambrosino e dagli altri membri del comitato promotore – ne fanno parte tra gli altri gli atenei Federico II, Suor Orsola Benincasa, l’Orientale, Vanvitelli; la Città Metropolitana;la stazione zoologica Anton Dohrn;l’istituto Nautico Caracciolo, l’area marina protetta Regno di Nettuno – che il capitano della squadra abbia una bella esperienza alle spalle. Si chiama Agostino Riitano, è nato a Torre del Greco ed è stato tra i registi della ideazione del programma culturale del dossier di candidatura di Matera Capitale italiana della Cultura 2019. Ha scelto di impegnarsi in una nuova partita con i colori di Procida dopo aver declinato le proposte che gli erano pervenute da altre due città – non rivela quali, ma sembrerebbe che siano state Trani e Livorno - impegnate nella maratona verso il 2021. «Abbiamo in queste settimane messo su un dispositivo di partecipazione e condivisione – ha detto ieri – che è un esercizio di intelligenza collettiva. Lo abbiamo chiamato Procida Immagina. È la suddivisione in tre aree tematiche: inclusione sociale ed accessibilità; turismo culturale e destagionalizzazione, giovani e nuove tecnologie. Su questo tavolo di lavoro già si stanno incontrando cittadini per elaborare idee. Abbiamo chiamato a ragionare con noi ventuno persone che risiedono nei Comuni delle piccole isole italiane. Saranno ospiti di altrettante famiglie procidane e condivideranno con noi la riflessione sui tre assi tematici». C’è una lezione, ha concluso Riitano, che Procida può trarre dalla esperienza di Matera: «La forza della città dei Sassi è stata quella di attivare un processo di partecipazione nel quale l’intera comunità ha avuto la capacità di immaginare un progetto di futuro che non è stato calato dall’alto, ma è stato costruito dal basso».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news