LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Unesco sfratta i Comitati privati. Difesa della città troppi ostacoli
Elisa Lorenzini
Corriere del Veneto 13/2/2020

Sono nati allindomani dellAcqua granda del 1966, quando nella piena emergenza, hanno iniziato a raccogliere fondi per restaurare il patrimonio culturale danneggiato di Venezia. In cinquantanni i Comitati privati per la salvaguardia di Venezia un coordinamento di 21 singoli comitati da 11 paesi del mondo - hanno concluso oltre 800 interventi raccogliendo una media di 6 milioni di euro lanno da dedicare al recupero dellarte danneggiata: chiese, monumenti, quadri, opere. Come tante altre realtà di Venezia, sono stati sfrattati dal palazzo dove hanno la sede da decenni. Usuale a Venezia, se non fosse che a sfrattare i Comitati internazionali è lUnesco, lorganizzazione delle Nazioni unite che promuove la pace attraverso la tutela della cultura nel mondo. Già nel 2017 lUnesco aveva alzato laffitto per un importo pari al 25 per cento dei fondi raccolti annualmente dai comitati. Troppi per le nostre possibilità, noi raccogliamo soldi per avviare restauri, vogliamo spenderli per quello, dicono. Dopo tre anni la resa dei conti è vicina e verbalmente la richiesta di lasciare il palazzo è già arrivata. Un vero problema per tutti quei comitati che non hanno in città una loro sede e che hanno progetti di restauro per centinaia di migliaia di euro pronti a partire. Le difficoltà della salvaguardia non sono poche: la marea eccezionale del 12 novembre 2019, ha lasciato un nuovo segno indelebile. Non possiamo continuare a restaurare pezzo per pezzo, serve un progetto complessivo per questa città interviene Paola Marini, presidente dei Comitati privati dopo il 66 è successo ancora, lo scorso novembre, forse non siamo stati sufficientemente attenti, dobbiamo fare di più nellottica di una visione olistica della città. Ieri si sono dati appuntamento allAteneo Veneto per fare il punto degli interventi in un anno tanto difficile per la città. Dopo il 12 novembre i comitati si sono attivati: Save Venice ha fatto la parte del leone raccogliendo 587 mila dollari, cifra che in parte è già stata investita per studiare i danni subiti dalla chiesa di Torcello. Cè chi lotta contro la burocrazia, come Venice in Peril che punta il dito contro le lungaggini nellavvio del restauro della tomba del Canova a San Tomà. E chi con le finanze come lUia, luniversità internazionale darte che con i suoi cantieri-scuola garantisce la manutenzione ad esempio della chiesa dei Tolentini: finanziata con soldi del Fondo Sociale Europeo avanza 400 mila euro dalla Regione. La via da imboccare, per salvare il patrimonio, secondo lIstituto Veneto di lettere scienze e arti è quello della manutenzione continua. A spiegarlo è la coordinatrice scientifica Federica Restiani: siamo attivi con un cantiere scuola alla Ca dOro dal 2016, facciamo manutenzione continua, desalinizziamo i pavimenti e ne verifichiamo le tessere infatti grazie a questo il 12 novembre non abbiamo avuto nessun distaccamento. Lultima nata è Venice Garden Foundation presieduta da Adele Re Rebaudengo, che ha concluso il restauro dei Giardini Reali e li avrà in concessione per 15 anni. Li abbiamo restituiti alla città, per tornare a vedere i bambini giocare, dice Rebaudengo.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news