LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Firenze solo statue di uomini. Il 2020 è per artiste donne
Claudio Bozza
Corriere della Sera 15/2/2020

Il Comune: parità di genere. A oggi 173 monumenti creati tutti da scultori

FIRENZE. La più antica è la Fontana del Nettuno in piazza della Signoria, scolpita nel 1565 da Bartolomeo Ammannati che vinse il concorso bandito da Cosimo I de Medici per celebrare i trionfi del Granducato di Toscana. Mentre quella contemporanea più rilevante è Dietrofront, gigante in marmo realizzato da Michelangelo Pistoletto nel 1984, che oggi sorveglia la trecentesca Porta Romana, uno degli ingressi al cuore della città.

Sono 173 le opere darte e i monumenti allaperto di proprietà del Comune di Firenze e curati dalle Belle arti. Per la precisione: 47 statue, nove busti, 19 fontane, 26 monumenti ai Caduti e 73 tabernacoli. Molte sono conosciute in tutto il mondo. Ma nessuna di queste opere, in una delle capitali mondiali delle arti, è stata realizzata da una donna.

È il risultato di un censimento disposto dallassessore alla Cultura Tommaso Sacchi, 37 anni. Che sulla base di questi numeri, di concerto con il sindaco Dario Nardella, annuncia che il 2020 sarà particolare: Il Comune accetterà donazioni di opere darte, sculture in particolare, realizzate esclusivamente da donne spiega lassessore . Questo perché Firenze crede fermamente nella parità. Consapevoli che questa debba divenire spontanea, abbiamo deciso di dare un contributo forte e concreto. Con questa iniziativa speriamo anche che tante artiste, italiane e non, arrivino a Firenze, sincontrino e dialoghino.

Le richieste di donazione di opere darte presentate ogni anno a Palazzo Vecchio sono numerose (oltre cinquanta negli ultimi tre anni), ma molte vengono respinte perché non rispondono ai canoni fissati da unapposita commissione.

Ora questo team verrà rinnovato e sarà guidato da tre donne: Cristina Acidini, già Soprintendente al Polo museale fiorentino; Arabella Natalini, curatrice e figlia dellarchitetto Adolfo, tra i fondatori del Superstudio (recentemente scomparso,) e Cristiana Perrella, direttrice del Centro per larte contemporanea Luigi Pecci di Prato. Saranno loro a valutare se accettare o meno le opere che le artiste vorranno donare alla città, oltre a decidere la loro collocazione.

A maggio, sempre a Firenze, si terrà il primo Festival dellArchitettura: le protagoniste saranno in gran parte donne. Mentre a giugno, al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Marina Abramovic presenterà unopera-performance ispirata e dedicata alla divina Maria Callas, tra i soprano più noti e amati al mondo e idolo della stessa Abramovic. Lo spettacolo è ispirato alle sette eroine della lirica che muoiono per amore, tutte interpretate dalla Callas nel corso della sua fulgida carriera: Carmen, Tosca, Lucia di Lammermoor, Butterfly, Norma, Desdemona e Violetta. È la prima produzione in assoluto che vede la celebre performer serba nei panni di ideatrice e regista di unopera lirica. E ad Abramovic, per loccasione, il sindaco Dario Nardella consegnerà le Chiavi della città, massima onorificenza cittadina. Tutti piccoli passi per colmare il cosiddetto gender gap, in una città dove su 2.200 strade e piazze totali, solo 99 sono intitolate a donne. Lultima, qualche giorno fa, è stata dedicata a Margherita Hack.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news