LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo. Ginnastica artistica. Il corpo in movimento e gli occhi bendati per entrare nei quadri
Michela Offredi
Corriere della Sera - Bergamo 16/2/2020

«In Peterzano» alla Gamec vista con un’altra ottica

Nella sala ci sono cuscini colorati, a terra. Qualcuno, forse allertato dalla locandina che consigliava «un abbigliamento comodo e informale», arriva in tuta e scarpe da ginnastica. E con tanto di borraccia. L’atmosfera è quella che si respira a una lezione di yoga o di teatro, ma nella stanza non ci sono né elastici, né costumi di scena. Solo quadri.

In questa «serata al museo», la «ginnastica artistica» è quella dello sguardo. Ad allenare mente e corpo ci pensano alcune tele della mostra «In Peterzano», allestita fino al 17 maggio dall’Accademia Carrara negli spazi della GAMeC. I teleri di San Barnaba, «Vocazione dei Santi Paolo e Barnaba» e «Santi Paolo e Barnaba a Listri», diventano un’occasione, anzi «il modo più alto per provare a rompere gli automatismi che regolano i pensieri nella quotidianità», anticipa l’archivista e pedagogista dell’espressione Irene Pedretti che, con l’artista Alessandra Corti e la danzatrice ed educatrice somatica Viola Ongaro, conduce il laboratorio.

Il primo dei quattro appuntamenti (i prossimi, il 13 marzo, il 17 aprile e il 15 maggio), venerdì, è andato a ruba. I 20 posti disponibili sono tutti occupati. «Si è creata una lunga lista d’attesa. A chi è rimasto fuori suggeriamo di venire alle prossime serate, simili nell’approccio ma diverse per i contenuti — spiega Lucia Cecio, responsabile dell’area Educazione dell’Accademia —. Da sempre organizziamo attività per avvicinare il pubblico, questa però è una novità». L’idea di fondo è semplice: «Proponiamo al visitatore — prosegue — di mettersi alla prova. In un museo solitamente siamo passivi. Fruiamo di scelte fatte a monte: quelle dell’allestimento, delle opere, delle visite guidate. In questo caso invitiamo a ritagliarsi il giusto tempo per riconoscere, nei due quadri selezionati, qualcosa di se stessi». Come? Attraverso piccoli esercizi e movimenti, da fare singolarmente o in coppia. Ai partecipanti si chiede di osservare le tele, di camminare per la sala (non senza attirare la curiosità degli altri visitatori). E ancora, di disegnare, con gli occhi bendati ma guidati nell’esecuzione, una figura. Si scoprirà poi essere il barbuto sacerdote, presente in «Santi Paolo e Barnaba a Listri». L’olio su tela, commissionato all’artista nel 1573 dall’ordine dei Barnabiti, raffigura i due santi che rifiutano, stracciandosi le vesti, i sacrifici della popolazione locale, rea di averli scambiati per Zeus e Ermes. «Le attività proposte non sono eclatanti — precisa Ongaro —, ma consentono di entrare nell’opera d’arte con una maggior partecipazione». Detto, fatto. «Il quadro ora mi pare più luminoso», commenta un’iscritta. Un’altra aggiunge: «Dopo gli esercizi, mi sono concentrata sugli sguardi del dipinto. Sono più di 30 e vanno in diverse direzioni». Formano traiettorie, accendono connessioni, disegnano nuove relazioni. Avviene lo stesso in «un laboratorio come questo — conclude l’ideatrice Corti —. Lascia delle tracce». Anche Simone Peterzano, ponte fra Venezia e Milano, nel mezzo fra il maestro Tiziano e l’allievo Caravaggio, di tracce ne lasciò molte. Finendo così per influenzare l’intera storia dell’arte italiana.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news