LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monza. La «Piccola Scala» di Villa Reale
Rosella Redaelli
Corriere della Sera - Milano 18/2/2020

Rinascita con le opere per bambini

Il teatrino di corte riaprirà in autunno con un cartellone dedicato ai più piccoli

Monza. Nel teatrino di corte di Villa Reale si lavora su un’impalcatura a dieci metri d’altezza per rimuovere dalla volta le tracce delle infiltrazioni, i sali che hanno attaccato le decorazioni neoclassiche, lo sporco che ha offuscato la luminosità dei colori. Dopo il rifacimento degli impianti, il restauro delle macchine da scena, il consolidamento della galleria e la messa a norma dell’area dei camerini e del foyer, ora si procede a ridare bellezza ai 320 metri quadri di pareti dipinte. I restauratori — guidati da Simona Offredi che ha già lavorato alla Scala e a Palazzo Reale — riprendono a piccoli tocchi di pennello i decori delle colonnine del palco reale in altri punti, dove l’intonaco si è sbriciolato sono apparsi i registri decorativi originali voluti da Eugenio di Beauharnais nel 1806, coperti, in epoca sabauda e con l’ultimo restauro anni 70. «Abbiamo deciso di lasciare a vista alcune cornici dei decori originali — spiega Carlo Catacchio, funzionario per la Soprintendenza — che rivelano una mano elegante, con ovuli, modanature e foglie d’acanto di qualità superiore e ci raccontano la storia del luogo».

Il teatrino non nasce con la Villa, ma viene realizzato da Luigi Canonica, allievo prediletto di Giuseppe Piermarini, nei primi anni dell’Ottocento, nel lato dell’ala Nord dove in origine c’erano le cucine e il guardaroba. Dal suo maestro, a cui si devono i progetti della Scala, del San Carlo di Napoli e dell’Arciducale, Canonica ha appreso l’arte di realizzare una sala dall’acustica perfetta, con volta ad ombrello e palco leggermente inclinato verso la platea da 120 posti.

Per l’apparato decorativo vengono chiamati Giovanni Perego e il pittore Andrea Appiani che firma il fondale scenico, uno dei pochi conservati di epoca neoclassica, raffigurante il corteo di Bacco fanciullo. Proprio il fondale, 32 metri quadri di pittura ad olio, è una delle sorprese del cantiere: «Quando lo abbiamo smontato dall’intelaiatura — spiega Offredi — ci siamo accorti che in realtà non nasce come fondale rigido, ma come un telo che veniva arrotolato o srotolato per modificare la profondità nel palco in occasione dei concerti».

Dopo le valutazioni la Soprintendenza ha deciso di rimontarlo su un telaio rigido per preservarlo meglio. È già stato ripulito, ma le ultime cure, sono previste per marzo.

Dopo la conclusione dei restauri alla volta, previsti per la fine del mese, i restauratori potranno lavorare su trabattelli alle pitture murali dove si alternano ghirlande di fiori, maschere e strumenti musicali. «Contiamo di chiudere il cantiere a giugno — conferma Catacchio — in modo che la stagione teatrale possa ripartire dall’autunno».

Nel futuro del teatrino di corte c’è un progetto che lo lega alla Scala: «Porteremo qui una stagione operistica per i bambini — annuncia il direttore del Consorzio di gestione Piero Addis — , un’idea che sta suscitando l’interesse dei direttori di altre regge europee che saranno ospiti a Monza a giugno. Poi contiamo di proporre spettacoli di nicchia, visite guidate alle macchine da scena e una programmazione che riprenda concerti e spettacoli degli anni in cui sul palco reale sedevano Eugenio Di Beauharnais e Amalia di Baviera, Margherita ed Umberto di Savoia».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news