LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Comitato del Prefetto sul Colosseo
Rinaldo Frignani
Corriere della Sera - Roma 18/2/2020

Pantalone convoca un vertice sullordine pubblico per bloccare spaccio e racket degli ambulanti

Abusivismo al Colosseo, presto un Comitato provinciale per lordine e la sicurezza pubblica. Una delle piaghe che affligge i dintorni dellAnfiteatro Flavio, con otto milioni di turisti allanno che si ritrovano davanti spesso una casbah, con ambulanti senza autorizzazione che vendono di tutto e pusher ovunque. Anche ieri mattina stesse scene dei giorni scorsi. La Prefettura ha deciso di affrontare il problema, non solo attorno al Colosseo ma anche nei pressi di altri luoghi ad alto richiamo turistico, come larea intorno a San Pietro, il centro storico e il Circo Massimo. Secondo la polizia municipale al Colosseo, nelle prime due settimane di febbraio, sono stati sequestrati quasi tremila articoli.

Abusivismo al Colosseo, presto un Comitato provinciale per lordine e la sicurezza pubblica. Una delle piaghe che affligge i dintorni dellAnfiteatro Flavio, con otto milioni di turisti allanno che si ritrovano davanti spesso una casbah, con ambulanti senza autorizzazione che vendono di tutto e pusher ovunque. Anche ieri mattina stesse scene dei giorni scorsi, nonostante i controlli ripetuti delle forze dellordine. La Prefettura ha comunque deciso di accelerare i tempi e affrontare il problema, non soltanto attorno al Colosseo, ma anche nei pressi di altri luoghi ad alto richiamo turistico. Cè ad esempio larea intorno a San Pietro, ma anche quella del lungotevere, senza contare il centro storico e il Circo Massimo.

Già da qualche settimana il prefetto Gerarda Pantalone si era messo in contatto con le varie istituzioni per fare il punto della situazione in vista di una riunione a Palazzo Valentini per monitorare il fenomeno dellabusivismo commerciale che, nonostante le operazioni delle forze dellordine, continua a essere presente nella Capitale, alimentando un traffico di merci contraffatti e false griffe che mette in difficoltà i negozianti. Il quadro che è emerso fino a oggi, in diversi luoghi, a cominciare da Fontana di Trevi, è sempre lo stesso (purtroppo) di qualche mese fa e anche degli anni scorsi.

Ieri, come accade spesso, il comandante dei vigili urbani Antonio Di Maggio ha svolto con i vertici di piazza della Consolazione un sopralluogo al Colosseo per verificare quello che accade ogni giorno: secondo la Municipale, ci sono 16 agenti in servizio al giorno distribuiti nelle zone dove si trovano i turisti. A questa forza si devono aggiungere i carabinieri, i poliziotti e i finanzieri che effettuano bonifiche frequenti dallinizio dellanno, ma anche prima.

Il degrado tuttavia, specialmente in alcuni punti dove i turisti stranieri si radunano per ammirare il monumento più famoso del mondo o attendere il turno per entrare è evidente e questo preoccupa chi deve occuparsi della sicurezza del sito, presidiato peraltro da pattuglie dellEsercito con compiti di antiterrorismo, e quindi assorbite solo da questo, impossibilitate a intervenire direttamente in caso di altre situazioni, per le quali si devono limitare a chiamare le forze dellordine. Truffatori, falsi figuranti, commercianti abusivi, saltafila senza autorizzazione sono insomma di competenza degli agenti, la prevenzione deve essere assicurata dal Comune.

Dalla Prefettura è tuttavia arrivato un impulso per risolvere il problema degli abusivi, responsabili comunque di buona parte del caos che regna attorno ai siti turistici, a cominciare proprio dal Colosseo. Ci sono stati contatti con i responsabili dellarea archeologica, così come del Comune, e anche ripetuti. Fino a oggi i risultati sono stati alterni, e comunque il volume di affari spesso illeciti che vengono conclusi ogni giorno rimane alto. Tanto che la zona rimane fra le più appetibili della Capitale per le organizzazioni che sfruttano stranieri per vendere merci illegali. Solo ieri i carabinieri del comando provinciale hanno identificato 51 venditori senza autorizzazione multati per quasi 278 mila euro. Vendevano di tutto, dalle powerbank per telefonini alle borse griffate (finte). Secondo i dati della Municipale, a gennaio scorso sono stati sequestrati circa 25mila articoli con oltre 17mila controlli in tutta Roma, mentre al Colosseo nelle prime due settimane di febbraio, con agenti in divisa e in borghese, sono stati intercettati quasi 3mila articoli con più di 100 persone fermate per identificazione e foto segnalamento, la maggior parte sanzionato perché abusive o perché saltafila. Sequestrato anche materiale pubblicitario per vendere tour turistici a prezzi maggiorati.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news