LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. «Rigeneriamo Centro e periferia»
Maria Egizia Fiaschetti
Corriere della Sera - Roma 19/2/2020

Montuori: aree dismesse e stazioni, il nostro futuro è la rigenerazione urbana
Le cinque zone: stazione Tuscolana, ex Mira Lanza, ex Filanda mercato di Torre Spaccata, scuola Vertunni a Tor Sapienza

Intervista all’assessore Luca Montuori: cinque aree individuate, cambieremo volto alla città

Rigenerazione urbana, meno CO2, intermodalità: sono gli asset sui quali punta l’amministrazione capitolina, che ha partecipato per la prima volta al bando «Reinventing cities» nell’ambito di C40, rete di 94 tra le maggiori capitali mondiali (oltre 700 milioni di abitanti, un quarto dell’economia globale). Cinque le aree individuate, come spiega l’assessore all’Urbanistica, Luca Montuori: stazione Tuscolana, ex Mira Lanza, ex Filanda, mercato di Torre Spaccata e scuola Vertunni.

Il cambio di passo alla base della competizione internazionale prevede che la politica esprima una visione, non limitandosi a indicare gli spazi e i finanziamenti necessari, ma coinvolgendo team multidisciplinari in grado di gestire i processi di trasformazione. Nel frattempo, grazie alla riapertura dei termini del bando regionale (22 milioni stanziati dallo Stato) il Campidoglio ha potuto aderire con tre proposte di riqualificazione: all’Idroscalo di Ostia, nell’ex scuola in via Cardinal Capranica a Primavalle e a Lunghezzina.

Luca Montuori, assessore all’Urbanistica, quali aree ha individuato il Comune per partecipare a «Reinventing cities»?

«Ne abbiamo messe a bando cinque: una di Ferrovie, che rientra nel grande progetto di riqualificazione della Stazione Tuscolana; l’ex Mira Lanza, abbandonata da decenni; l’ex Filanda, mille metri quadrati tra San Giovanni e le Mura Aureliane, andata a fuoco nel 2015; il mercato di Torre Spaccata dismesso dopo il trasferimento nella sede attuale; la scuola Vertunni a Tor Sapienza, mai completata, che potrebbe fare da anello di congiunzione tra la zona residenziale e quella di sviluppo industriale».

Quando saranno assegnati gli spazi?

«Entro luglio esamineremo le manifestazioni d’interesse, ne sceglieremo quattro-cinque. Per dicembre raccoglieremo le proposte progettuali, mentre a febbraio dell’anno prossimo comunicheremo l’esito della selezione. Le aree sono in concessione di diritto di superficie, dopo un certo periodo di tempo torneranno nelle disponibilità del Comune».

Imprese, molte delle quali in fuga da Roma, e investitori lamentano una situazione di stallo: su quali fronti vi state muovendo per rendere la città più moderna ed efficiente?

«Stiamo lavorando moltissimo sull’attuazione degli ambiti strategici del Piano regolatore: uno di questi è l’anello ferroviario, che prevede una serie di snodi nevralgici alla stazione Tiburtina, alla stazione Tuscolana, al Pigneto. Proprio oggi (ieri, ndr) l’assemblea capitolina ha approvato l’adozione di una variante urbanistica per la valorizzazione del perimetro via Casilina-stazione Tuscolana-vallo ferroviario. L’idea è quella di organizzare la città intorno a nodi della mobilità accompagnati da percorsi “dolci” come, ad esempio, la ciclabile Tuscolana».

Il ministero delle Infrastrutture ha sbloccato 500 milioni per nuovi tram e funivie: voi come pensate di migliorare l’interconnessione tra reti di trasporto urbano?

«La partecipazione a “Reinventing cities” è un segnale di come vogliamo guardare agli investimenti non soltanto in chiave immobiliare, ma per la capacità di intersecare il Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile). Per questo, pensiamo anche alla realizzazione di nuove stazioni».

Quali?

«Quella di piazza Zama sarebbe strategica, considerato che la linea Fm1 (Fiumicino aeroporto-Fara Sabina-Orte, ndr) potrebbe fermarsi lì intercettando la capacità di carico di uno dei quartieri più densi di Roma. Sono allo studio anche una stazione a Torricola, nel Parco dell’Appia Antica, e a Statuario, vicino all’aeroporto di Ciampino».

Anche il Tevere è tra gli ambiti strategici, ma è ingessato in un groviglio di soggetti e competenze.

«Il tema delle concessioni demaniali è molto delicato, so che l’Ufficio speciale Tevere sta cercando di ottenere alcune aree».

Tra un anno e mezzo si torna a votare: crede che la sindaca dovrebbe ricandidarsi?

«Dopo Mafia Capitale, c’era bisogno di un periodo lungo per ritrovare credibilità e rimettere in modo processi viziati dal malaffare o dall’eccesso di burocrazia. Auspico che si possa proseguire in continuità con l’enorme lavoro fatto per rimettere in piedi la città».



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news