LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Franceschini in campo: faremo il museo di Totò
Walter Medolla
Corriere del Mezzogiorno - Campania 19/2/2020

Cè una svolta sulla vicenda del museo di Totò al rione Sanità. A interessarsi del caso è stato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini che durante la sua visita a Pompei per linaugurazione della Casa degli Amanti si è soffermato sulla vicenda sollevata nei giorni scorsi dal Corriere del Mezzogiorno , con unarticolata campagna di stampa. Ho sentito la signora Elena de Curtis e ho parlato con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha detto Dario Franceschini non credo ci siano problemi insormontabili per la realizzazione del museo. Il ministero farà la sua parte.

Napoli. Cè una svolta sulla vicenda del museo di Totò al rione Sanità. A interessarsi del caso è stato direttamente il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini che durante la sua visita a Pompei si è soffermato sulla vicenda sollevata nei giorni scorsi dal Corriere del Mezzogiorno , con unarticolata campagna di stampa.

Ho sentito la signora Elena de Curtis e ho parlato con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha detto Dario Franceschini non credo ci siano problemi insormontabili per la realizzazione del museo, quindi bisogna in qualche modo risolvere la questione. Tanto che lunedì prossimo incontrerà a Roma la nipote di Totò. Sarà Salvo Nastasi ad approntare le soluzioni per la realizzazione del museo. Insomma, una vera e propria svolta che potrebbe dare limpulso necessario per sbloccare una vicenda che si trascina da ormai troppo tempo. Qualche anni fa sembrava esserci andati molto vicini, tanto che il museo di Palazzo dello Spagnuolo entrò anche tra i Luoghi del cuore promossi dal Fondo ambientale italiano. Più di 43.000 voti raccolti nel censimento promosso dal Fai. Era il 2012 quando il museo di Totò fu eletto tra i posti più significativi dItalia; una valanga di preferenze che valsero a quello che sarebbe dovuto diventare un luogo del ricordo in memoria del Principe della risata il quarto posto in tutta Italia.

Un risultato straordinario che avrebbe ammesso il museo di Totò anche un finanziamento di 30.000 euro, soldi che avrebbero potuto essere usati per allestire le sale, pensate per accogliere i cimeli legati alla vita artistica e privata del principe. Tutto però finì in una bolla di sapone, perché il Fai che avrebbe voluto partecipare alla nascita e al rilancio di quel luogo non seppe mai a chi devolvere quella cifra, andata poi spalmata su altri progetti. Resta un grandissimo rammarico spiega Misa de Divitiis, presidente del Fai Campania credevamo molto in quel progetto e speravamo si potesse concretizzare. Siamo rimasti molto delusi anche e soprattutto perché ci fu un impegno massimo da parte nostra e la casa-museo di Totò raggiunse più 40 mila preferenze un risultato veramente eccezionale. La raccolta firme per la promozione dei Luoghi del cuore avviene in maniera spontanea da parte di comitati e singoli cittadini che in maniera preventiva raccolgono adesioni per proporlo poi al Fondo ambientale italiano. La candidatura del museo di Totò partì in maniera molto spontanea dagli abitanti della Sanità e da un gruppo di intellettuali e rappresentanti del mondo culturale napoletano. Fu una richiesta che arrivò veramente dal basso prosegue e questo ci fece veramente molto piacere. Ma in maniera del tutto incredibile, dopo le votazioni non riusciremo mai a trovare un vero interlocutore con cui ragionare sul progetto del museo. Proponemmo allallora associazione Antonio de Curtis di favorire la nascita di una Fondazione insieme con Comune e Regione per rendere operativo il progetto coofinanziato grazie al nostro contributo. Perché è bene ricordare che il fondo erogato dal Fai è un co-finanziamento a un progetto che deve essere realizzabile. Dopo due anni però con grandissimo dispiacere abbiamo dovuto revocare la somma che avevamo stanziato per spalmarla su altri progetti. In quasi 10 anni abbiamo accompagnato oltre 100 Luoghi del cuore e, ripeto, con sommo dispiacere non siamo riusciti a concretizzare il museo di Totò. Facemmo una serie di riunioni nellandrone del Palazzo dello Spagnuolo, incontrammo dirigenti di Regione e Comune ma è rimasto sempre tutto così, appeso a un filo.

Ora la svolta che arriva direttamente dal ministero: potrebbe finalmente mettere la parola fine allintera vicenda, realizzando veramente il museo in memoria di Totò.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news