LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. La Gam sta cadendo a pezzi ma maltrattano le Fondazioni
Gabriele Ferraris
Corriere della Sera - Torino 23/2/2020

I «calci nel sedere» proposti dal consigliere Carretto (M5S)

La notizia è recente: la Gam sta andando a pezzi, le infiltrazioni d’acqua — di cui si sapeva da anni — hanno gravemente danneggiato le controsoffittature, la sala conferenze è inagibile dal 2018, l’edificio nel suo insieme non ce la fa più: costruito male, ristrutturato peggio e con tempi biblici — vent’anni di chiusura dall’83 al ‘93 — ha di nuovo bisogno di lavori imponenti: il costo preventivato è di 8 milioni di euro (diconsi ottomilioni). La Fondazione Musei non li ha, ovviamente. E ovviamente non li ha neppure il Comune. Ponza che ti riponza, le brillanti menti che ci amministrano hanno partorito una soluzione tanto semplice quanto geniale: i soldi li chiedono alla Compagnia di San Paolo.

Come al solito.

Le fondazioni bancarie sono l’àncora di salvezza, il refugium peccatorum, la panacea dei nostri abili politici. Il Regio è in rosso? Ci pensano le fondazioni. Il Comune taglia i fondi a un’istituzione culturale? Suppliscono le fondazioni. Le casse pubbliche non ce la fanno a sostenere cultura e welfare? Pronti, le fondazioni sono lì per quello.

La sola Compagnia di San Paolo ha destinato a interventi a Torino e in Piemonte oltre 150 milioni di euro solo nel 2018. E la Fondazione Crt non è da meno.

Chissà, direte voi, quanto saranno riconoscenti i nostri politici a ‘ste fondazioni bancarie sempre pronte a cavargli le castagne dal fuoco e a mettere una pezza alle loro immense e infinite minchiate.

Cito testualmente un articolo apparso sul Corriere di Torino di qualche giorno fa: «Per Compagnia di San Paolo ci andrebbe un bel calcio nel sedere». Il consigliere del M5S Damiano Carretto non usa mezzi termini. E dice quello che pensa a microfoni accesi, durante una commissione a Palazzo Civico. Argomento: la rinascita della Cavallerizza Reale, e la manifestazione di interesse della fondazione bancaria che vorrebbe costruire la propria nuova sede nella Manica della Mosca, con un investimento di oltre 24 milioni. A puntare il dito è stata anche la capogruppo Valentina Sganga, contraria all’idea di vedere gli uffici di Compagnia in via Verdi, ma disposta comunque a lavorarci insieme per la riqualificazione».

Ah, meno male che la capogruppo Sganga è «disposta a lavorarci insieme». Si degna. Io con la capogruppo Sganga non lavorerei insieme neppure alla costruzione di un castello di sabbia, ma mi pare comunque apprezzabile la sua volontà di lavorare.

Quanto al simpatico calciatore Carretto, non mi stupisce il suo malanimo verso la Compagnia di San Paolo, rea di troppa benevolenza per il Comune. Carretto, non dimentichiamolo, fu tra i più fieri avversari della candidatura di Torino ai Giochi del 2026; ben più di quanto non avesse avversato quelli del 2006, allorché collaborò attivamente — e non gratis — con il Comune di Bardonecchia (cito dal cv del consigliere) «relativamente alle pratiche inerenti lo svolgimento dei Giochi Olimpici Torino 2006.

La consulenza è il naturale prosieguo di quella affidata in data 17 novembre 2003 con oggetto l’affiancamento del sindaco e dell’Ufficio tecnico per la gestione ed il coordinamento delle fasi critiche delle lavorazioni previste nella realizzazione delle opere».

Non mi sorprendono quindi i «calci nel sedere» auspicati per la Compagnia di San Paolo. Mia nonna mi insegnava a «non sputare nel piatto dove si è gozzovigliato», ma mia nonna era una donna dell’Ottocento. Oggi siamo moderni.

Ora: per il poco che so del presidente della Compagnia di San Paolo non me lo immagino, Profumo, a rendere pan per focaccia. Ma se per caso e miracolo io fossi Profumo, allora vedremmo — oh giorno di gloria! — un Profumo che, alla richiesta di Chiarabella di cacciare otto milioni di euro per la Gam, le risponde di farseli dare dal suo consigliere Carretto; offrendo semmai a Carretto otto milioni della sua stessa moneta.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news