LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Franceschini riporta Maddalena a Berlino
E.S.
Corriere Fiorentino 22/2/2020

L’opera di Della Robbia era custodita agli Uffizi ma apparteneva a ebrei tedeschi

Per un Vaso di fiori che torna, un Della Robbia che va. La collaborazione tra Italia e Germania per la restituzione delle opere d’arte sottratte dai nazisti durante la guerra, prosegue in entrambi i sensi. Sempre sotto la guida del Nucleo Tutela del patrimonio culturale dei Carabinieri.

Se lo scorso anno ha fatto il giro del mondo la felice conclusione della diatriba per far riottenere agli Uffizi il Vaso di Fiori di Jan van Huysum dopo 70 anni di caccia al dipinto, ora è il ministro dei Beni Culturali italiano, Dario Franceschini, a essersi recato in Germania per riportare a una famiglia ebrea tedesca la statua della Maddalena di Andrea della Robbia sottratta dai nazisti ed erroneamente riconsegnato all’Italia nel ‘54. Finora conservata agli Uffizi. Franceschini ha partecipato alla cerimonia di riconsegna dell’opera insieme alla ministra tedesca della Cultura, Monika Grütters, e al comandante dei Carabinieri per la tutela del patrimonio Roberto Riccardi.

«A poche settimane dal settantacinquesimo anniversario della liberazione dei campi di sterminio — ha detto a Berlino il ministro — questa restituzione rappresenta un altro momento per onorare la memoria delle vittime del nazifascismo e consolidare i rapporti culturali tra Italia e Germania. La spoliazione del patrimonio culturale che è seguita alle leggi razziali rappresenta una pagina nera della storia dell’umanità ancora irrisolta». Con il ministro Grütters hanno firmato una dichiarazione comune in cui «confermiamo il nostro impegno a restituire le opere confiscate durante i regimi nazifascisti e a rafforzare le azioni di contrasto al traffico illecito».

La scultura venne rinvenuta nel 1954 dagli americani tra le collezioni appartenenti al generale Hermann Göring ma proveniva dalla galleria d’arte Kunsthaus Drey di Monaco di Baviera, di proprietà delle famiglie ebree di Siegfried Drey e Ludwig Stern. Entrambe, a causa delle leggi razziali naziste, furono costrette a svendere tutto il loro patrimonio, andato poi disperso durante gli anni della guerra.

Per il ministro Monika Grütters «l’obiettivo del Governo Federale rimane quello di restituire senza riserve le opere d’arte trafugate durante il periodo nazionalsocialista» ma tale attività, prosegue, ringraziando il collega Franceschini, «dipende dalla cooperazione di altri Paesi, in quanto l’arte trafugata dai nazionalsocialisti si trova spesso al di fuori dei confini della Germania». Nel caso della statua di della Robbia «la Germania sostiene l’Italia nel restituirla ai suoi legittimi eredi: così l’Italia e la Germania assumono congiuntamente una responsabilità storica».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news