LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Piemonte. Poggio: «Cassa integrazione e fondi per tutte le imprese. Così salveremo la cultura»
Gabriele Ferraris
Corriere della Sera - Torino 29/2/2020

L’assessora regionale: «Voglio riaprire il museo delle scienze»

Vittoria Poggio la inseguivo da un pezzo. È insolito, per me, inseguire qualcuno per un’intervista. Ma il personaggio mi incuriosiva. Assessore regionale al Commercio e al Turismo e, un po’ per caso, anche alla Cultura, la Vittoriona sulle prime ha lasciato perplessi. Commerciante di Alessandria, persona affabile e civilissima, tutt’altro che sprovveduta: ma del mondo della cultura non sapeva un tubo. In compenso conscia dei suoi limiti: s’è messa a studiare con applicazione e, direi, un certo profitto. E ha evitato di andarsene in giro a pontificare su ciò che non sapeva. Adesso, però, il tempo per studiare l’ha avuto; e le gravi conseguenze del ciclone-Coronavirus sulle imprese che producono cultura rendevano inderogabile l’intervista. Così sono andato a trovarla in ufficio e abbiamo parlato dell’universo mondo culturale: dei pericoli che corre oggi, ma anche di quelli che corre sempre, virus o non virus.

Partiamo dall’attualità. A causa dell’emergenza anche la cultura vive una crisi drammatica. E voi che fate?

«C’è un coordinamento tra gli assessori alla Cultura delle regioni coinvolte. Abbiamo mandato una lettera al ministro Francheschini con richieste di buon senso per le imprese del settore culturale».

Quindi c’è contezza che viene colpito un settore produttivo e non un manipolo di sfaccendati?

«Assolutamente. Chiediamo la cassa integrazione straordinaria come per i lavoratori di ogni altra impresa; e che i finanziamenti del Fus siano estesi anche ai teatri che di solito non vi accedono; poi interventi per il settori cinematografico e museale, e per tutto quel mondo colpito dai provvedimenti di chiusura. Ora incontreremo Franceschini per concretizzare».

Se il blocco prosegue andranno a fondo per prime le imprese piccole o piccolissime, che sono le più fragili e fanno fronte alle spese di gestione con gli incassi di giornata. I costi fissi restano anche se l’attività è ferma, e incombono le rate dei mutui, e gli adempimenti fiscali. Tanti non hanno riserve. Non ce la possono fare.

«Infatti chiediamo la sospensione delle rate dei mutui e un alleggerimento della pressione fiscale. Ma anche un miglioramento delle condizioni del credito ordinario dalle banche, e la sospensione o la rateizzazione dei contributi previdenziali. In generale un alleggerimento della pressione fiscale. Vedremo se dall’incontro con il ministro usciranno altre idee».

La Regione dovrebbe almeno saldare quanto ancora dovuto dei contributi degli anni passati.

«Io non posso che sollecitare, come sto già facendo, per sveltire i pagamenti. Intanto cerchiamo accordi con le banche per garantire un anticipo che dia una copertura immediata a certe iniziative. Questo era già previsto, a maggior ragione è urgente adesso».

Bon, datevi una mossa. E i contributi pubblici per le manifestazioni annullate all’ultimo momento? Legalmente, se non la manifestazione non c’è stata il contributo non può essere versato; ma gli organizzatori le spese le hanno sostenute comunque.

«Mi rendo conto del problema. E mi impegno a cercare una soluzione».

Molto bene. Passiamo ad altro. Tu hai deciso di non dare più alla Fondazione Torino Musei i 150 mila euro che la Parigi per due anni ha largito come extra bonus. Formalmente servivano per realizzare progetti specifici che in realtà non sono stati neanche avviati: quei soldi nei fatti sono andati a pagare degli stipendi che la Fondazione non poteva più accollarsi a causa dei tagli del contributo comunale. La logica vuole che, se tu non mi dai il cammello, io non ti do il denaro. Tu non hai visto il cammello e non dai più il denaro. Però in Comune sono arrabbiatissimi.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news