LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Una cancellata per Santo Spirito? Il Comune al priore: incontriamoci
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino 1/3/2020

Messaggio di Vannucci a padre Pagano. Via dell’Ortone aperta: manca il sì del Prefetto


«Sono disponibile a incontrare padre Giuseppe Pagano». Ciò che pensa delle cancellate, e in particolare di quella che la comunità agostiniana vorrebbe installare sul sagrato di Santo Spirito, Andrea Vannucci lo ha detto più volte, non ultimo nel Consiglio comunale di lunedì scorso: «Ritengo siano una sconfitta». Ma ieri l’assessore alla sicurezza di Palazzo Vecchio, dopo le polemiche, ha voluto lanciare un messaggio di distensione, dicendosi pronto a confrontarsi, anche subito, con padre Pagano.

Insomma, Palazzo Vecchio, dopo settimane di silenzio sceglie la strada del dialogo. E del resto l’agostiniano non chiede altro che il rispetto delle regole e della legge. Certo, da una settimana piazza Santo Spirito è presidiata dalla polizia municipale, il problema però è che gli scempi, il caos e lo spaccio avvengono di notte, quando non ci sono controlli. Dunque, se l’assessore alla sicurezza di Firenze offrisse un alternativa valida però agli agostiniani — come un presidio notturno della piazza — non è detto che tra il convento di Santo Spirito e il Comune non si possa siglare la pace. Certo le cancellate restano al momento per il priore l’unica vera soluzione. Padre Pagano prende ad esempio anche Roma, dove in piazza Sant’Agostino (vicino a piazza Navona) i frati sono riusciti a chiudere il sagrato della loro chiesa con una cancellata e con il benestare della soprintendenza: «Il degrado ora è solo un lontano ricordo — affermano dalla comunità parrocchiale — Anche noi avevamo un problema di bivacchi, spaccio e consumo di droga, che siamo riusciti a risolvere con l’installazione delle inferriate. Non avremmo voluto farlo, ci ha costretti la situazione».

Intanto però l’Ordine degli Architetti di Firenze si schiera contro le cancellate perché «la sola idea di difendere fisicamente il sagrato dalle persone che vivono la piazza ci pare eccessiva: proteggere l’integrità fisica del luogo ne indebolisce il significato simbolico se è una barriera l’elemento di protezione». La presidente degli Amici di Santo Spirito, Agnese Mazzei, lamenta l’assenza di «risposte costruttive. Proviamo da anni a risolvere la situazione senza arrivare a nulla. La soluzione? Più controlli, più multe e un impegno per Santo Spirito».

Infine, a proposito di cancellate, la Prefettura attacca il Comune per via dei cancelli in via dell’Ortone. Palazzo Vecchio aveva assicurato di aver ricevuto il disco verde dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, ma ieri è arrivata la precisazione di via Cavour: «La richiesta pervenuta nei mesi scorsi dal Comune di valutare la proposta di chiusura di via dell’Ortone tramite apposizione di cancelli è tuttora all’esame del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, in attesa di ricevere i dettagli e i chiarimenti chiesti. Pertanto nessuna asseverazione è al momento intervenuta da parte del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica sulla specifica questione». Risultato? Il cancello resterà aperto fin quando non arriveranno tutte le autorizzazioni.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news